Bill de Blasio celebrates with his family

Il democratico Bill de Blasio è il nuovo sindaco della città: è riuscito ad ottenere il 73,6% dei voti contro il suo diretto sfidante Joe Lhota, diventando il primo cittadino più votato dopo Ed Koch che nel 1985 vinse col 68% di vantaggio. De Blasio è il successore di Michael Bloomberg, ex repubblicano diventato “indipendente” che, per queste elezioni, ha scelto di non sostenere alcun candidato.

De Blasio ha 52 anni e alle primarie del suo partito era considerato uno dei due candidati più di sinistra: la sua vittoria non era in discussione ma l’ampiezza del suo vantaggio gli concederà quel mandato forte di cui diceva di avere bisogno per portare avanti le riforme promesse. De Blasio fin qui era il difensore civico di New York, carica che esiste più o meno anche in Italia, e assieme a Christine Quinn era considerato il candidato più a sinistra delle primarie democratiche: in campagna elettorale ha insistito sul fatto che New York fosse una città spaccata tra ricchi e poveri, ha difeso il sistema scolastico pubblico e ha proposto, fra le altre cose, nuove tasse sui ricchi per finanziare gli asili. Ha anche una famiglia notevole, che ha “usato” in campagna elettorale per avvicinare un elettorato eterogeneo e variegato: sua moglie è nera, è bisessuale ed è una poetessa e attivista politica; i suoi figli si chiamano Chiara e Dante (de Blasio ha origini campane e se la cava benissimo con l’italiano) e quest’ultimo, 15 anni, ha una pettinatura afro di cui è si discusso molto ed è definito “carismatico” dalla stampa (è piaciuto molto anche a Jon Stewart).

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: