Mutolo berlusconi
Gaspare Mutolo e Silvio Berlusconi

Il pentito mafioso Gaspare Mutolo a La Zanzara di Radio 24 ha fatto alcune importanti rivelazioni circa Silvio Berlusconi e i suoi contatti con la Mafia:

“Berlusconi vuole tornare a Forza Italia ma i tempi non sono quelli del 93 e del 94. Allora fece il pieno perché c’era la mafia, le mafie che hanno aiutato Forza Italia. Questo è sicuro. Tutta la Sicilia mafiosa era per Forza Italia, i mafiosi si sentivano traditi dalla Dc mentre i comunisti erano contro. Il nuovo che veniva fuori era Berlusconi”. Lo dice Gaspare Mutolo, storico collaboratore di giustizia, a La Zanzara su Radio 24. Lei ha la certezza che la mafia aiutò Forza Italia nel ’94, chiedono i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo?: “Sì, sì. Certo. Ho sentito molte intercettazioni del ’93. Tutte le organizzazioni mafiose hanno votato per Berlusconi. Ma oggi la mafia non più quella di vent’anni fa, sono quasi tutti in galera”. Quanti politici amici dei mafiosi ci sono oggi in Parlamento?: “Ce ne sono ancora tanti, meno di prima ma ancora tanti. Lo posso dire al cento per cento. Più a destra che a sinistra. E’ un contatto molto difficile da rompere, quando accadrà l’Italia potrà liberarsi”. “Se ogni tanto – dice Mutolo – si sente l’urlo di Riina, come quello di un coniglio in gabbia, è perché si è sentito tradito dalle promesse che gli hanno fatto allora”.

“Dicono che la mafia sia di destra, ma io voterei per un partito di sinistra. Mi piace Renzi, in particolare. Sono attratto da Renzi perché vuole fare un certo rinnovamento”. Ammette Gaspare Mutolo, pentito di mafia ed ex braccio destro di Totò Riina: “Quando potevo votare – dice il pentito – ho votato per Pannella, aiutava le persone disagiate ed era contro alcune leggi. Poi sono arrivare alcune sentenze che mi hanno tolto questa possibilità. Certo, mi piacerebbe tornare a votare”.

Ho avuto delle esperienze personali con il personaggio Berlusconi. E’ una persona ammirevole per la sua scaltrezza, la capacità di parlare e di fare l’industriale. Se era legato alla mafia? In senso stretto no, ma aveva contatti con qualche mafioso. Difficile per certe persone non avere rapporti con la mafia. Io accompagnavo il mio capo (Riina, ndr.) e avevo contatti con politici siciliani, non con Berlusconi”. Lei è sicuro che Berlusconi aveva contatti coi mafiosi, chiedono i conduttori?: “Ci sono delle sentenze, personalmente nel 74 mi trovavo a Milano con altri personaggi perché dovevo fare un sequestro di persona. Dopo ci fu un richiamo per tutti e non si parlò più di sequestrare Berlusconi. Poi arrivò ad Arcore lo stalliere siciliano Vittorio Mangano…”. E Dell’Utri?: “Non so se sia mafioso, ma aveva molti contatti coi mafiosi. E’ una cosa risaputa, un dato di fatto”.

(da “La Zanzara”, Radio24, del 22 novembre 2013)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: