Published On: Dom, Nov 24th, 2013

On/Off, a Parma nasce una casa per le giovani imprese

Inaugurazione On Off

Inaugurazione On Off

E’ stato inaugurato sabato 23 novembre, uno spazio innovativo voluto dall’assessorato Politiche Giovanili del Comune di Parma, promosso e gestito dalla coop. soc. Gruppo Scuola in collaborazione con l’associazioneON/OFF, nato dall’omonimo concorso finanziato da Fondazione Cariparma, che ha selezionato 4 idee di impresa.

La casa delle imprese giovanili è stata realizzata all’interno del Centro Polifunzionale Casa nel Parco in strada Naviglio Alto 4/1. Sarà una community collaborativa, un incubatore di idee e un centro per lo sviluppo delle competenze che offrono opportunità di crescita personale, professionale e lavorativa, uno spazio attrezzato, con strumenti e servizi a sostegno della realizzazione di idee d’impresa, iniziative culturali, dove trovare assistenza e consulenza con personale esperto in ambito progettuale, fiscale, giuridico e finanziario e creare occasioni di incontro con le realtà istituzionali, sociali ed economiche del territorio.

All’inaugurazione è stata festa grande, non solo per i ragazzi che ci hanno messo cuore e cervello, e tanto lavoro, ma anche per le centinaia di giovani che frequentano il centro e hanno animato questa giornata inaugurale con le loro performance.

La nuova creatura, ON\OFF, è un’officina coworking dove condividere idee, conoscenze, esperienze, strumenti, reti e opportunità d’impresa, un circuito virtuoso che mette in connessione giovani e Comunità per un sostegno reciproco: i giovani possono restituire alla Comunità le opportunità ricevute, mettendo a disposizione un po’ del proprio tempo e delle proprie competenze, a sostegno di progetti di utilità sociale.

L’”officina” si rivolge ai giovani, dai 16 ai 35 anni, startuppers, giovani professionisti e free-lance, sviluppatori, programmatori, digital makers, web designers, audio e videomakers, creativi, artisti, architetti e designer, ma anche a gruppi giovanili, associazioni culturali, di promozione sociale e di volontariato.

Offre spazi, ospitalità ad iniziative sociali, culturali e artistiche promosse dai giovani stessi, opportunità di networking con realtà italiane ed europee, visibilità online e marketing istituzionale, percorsi ed eventi formativi, informazioni e assistenza bandi e gare, accesso a crediti agevolati e/o micro credito.

Protagonisti della giornata sono stati i giovani di “microimpresa point”, gli attuatori dei 4 progetti vincitori del concorso, che riceveranno un premio di 5.000 euro ciascuno per l’avvio delle loro piccole imprese: si tratta di “Madegus” (educazione alimentare e laboratorio del gusto a misura di bambini), “ComeLaSfogliaStudios (laboratorio digitale, creazione di giochi e attività ludiche), “Seapunkgang (musica, arte grafica e visiva, video e art t-shirt) e BeCrowdy (piattaforma per interscambio artistico e culturale e per procacciare finanziamenti “dal basso” alle nascenti imprese giovanili di musica, teatro, editoria e video).

“E’ una iniziativa senza precedenti, un esperimento che è già una bella realtà – ha commentato Giovanni Marani, assessore ai giovani del Comune di Parma – una opportunità per i giovani, uno spazio aperto a stretto contatto con l’associazionismo, che nasce da un’impresa sociale. Sono soddisfatto di aver proseguito la strada di ON/OFF come start up di imprese giovanili che qui hanno la loro base operativa. E il percorso continuerà in futuro”.

Il senatore Giorgio Pagliari ha ricordato la sua antica collaborazione con il Gruppo Scuola e ha affermato che “iniziative come queste possono aiutare i giovani costruirsi un futuro, a crearsi un percorso anche in una situazione di grave difficoltà. E’ il segno – ha concluso – che anche nei momenti di maggiore crisi si può e si deve guardare avanti”.

Auguri sinceri a questi ragazzi anche dal sindaco Federico Pizzarotti, che non ha voluto mancare all’inaugurazione del laboratorio: “E’ un luogo da tempo richiesto e sono certo che il Comune abbia fatto bene a mettere a disposizione questo spazio, dove si da corpo a nuove idee per creare lavoro. In bocca al lupo!”, ha concluso il primo cittadino.

Infine Alessandro Catellani, direttore della cooperativa Gruppo Scuola, ha ringraziato istituzioni, enti e aziende che hanno permesso la realizzazione di questo piccolo network di imprese, ricordando “che è stata una sfida nella sfida, che si è messa in discussione la struttura stessa dei centri giovani e che l’innovazione si dimostra vincente. E’ un primo lumino acceso nel buio – ha concluso Catellani, che ha poi letto una breve lettera dei ragazzi più giovani, che hanno scritto “Meno male che qualcuno crede ancora in noi, quando saremo più grandi il laboratorio diventerà anche la nostra casa”.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette