Senza titolo1

di ANDREA PAPA – Sabato 30 novembre si terrà in tutta Italia la diciassettesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA). In Emilia Romagna 15.000 volontari della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus, in 1.100 supermercati, inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione (particolarmente richiesti olio, alimenti per l’infanzia, scatolame) che verranno distribuiti a più di 800 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) e che aiuteranno più di 160.000 persone povere della nostra Regione.

In Italia sono ormai 4.068.000 le persone che soffrono di povertà alimentare, (+47% dal 2010), e di queste il 10%,  428.587 sono bambini che hanno meno di 5 anni.

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è uno degli appuntamenti della campagna “Emergenza Alimentare Italia” iniziativa di sensibilizzazione e raccolta fondi promossa dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus.

Mercoledì 27 novembre si è tenuta a Parma la conferenza stampa per la presentazione dell’evento 2013, dove dove sono state ricordate le cifre relative allo scorso anno: Parma infatti ospita 80 strutture caritative accreditate che assistono 14.497 persone bisognose; nel 2012 sono stati distribuiti 624.075 Kg di prodotti (122.251 dei quali raccolti con la Giornata Nazionale per la Colletta Alimentare del 2012) per un valore di 1.872.225 euro.

“I risultati che la Colletta Alimentare ottiene sono molto concreti – ha esordito il Presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli – Non è solo una questione di quantità ma anche di messaggio. Negli ultimi dieci anni la situazione è cambiata molto, l’abbassamento del livello sociale è evidente. Dobbiamo impegnarci tutti e non risultare spaccati, occorre lavorare insieme. La Colletta ha un significato etico e morale e al tempo stesso concreto”. Dello stesso avviso è stata Laura Rossi, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Parma, che ha ribadito quanto l’Amministrazione Comunale avesse a cuore l’essere presente in maniera concreta a tale evento, definendolo un appuntamento fondamentale per il territorio: “Stiamo facendo un lavoro in più per sostenere il territorio e non ci vogliamo porre in alternativa, vogliamo aiutare il lavoro che già fa la Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna”.

Il concetto è stato ampiamente ribadito anche dagli altri presenti alla conferenza stampa, con Stefano Andreoli, consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio di Parma, che ha fatto luce sul dato sconcertante che attesta ad oltre 14 milioni il numero di poveri assoluti e relativi in Italia, augurandosi poi che la solidarietà espressa dalla Giornata Nazionale per la Colletta Alimentare possa diventare un impegno quotidiano, concetto ripreso anche da Maria Cecilia Scaffardi, direttrice della Caritas Diocesana.

Prima delle conclusioni, Stefano Demaldè, responsabile organizzativo della GNCA sul territorio provinciale, ha ringraziato tutte le aziende del territorio che si sono impegnate a sostenere l’iniziativa, tenendoci a ricordare come dall’esperienza del 2012, in sei comuni della provincia siano nate associazioni (Banchi di Solidarietà) che portano i pacchi di alimenti a famiglie in difficoltà. A concludere la conferenza stampa l’appello di Giovanni De Santis, presidente della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus, che si è espresso in questi termini: “La Colletta Alimentare ha sicuramente una grande valenza educativa e di sensibilizzazione, ma quest’anno, con l’incremento delle situazioni di povertà anche nella nostra regione, l’obiettivo per noi è anche quantitativo. Invitiamo perciò tutti a partecipare facendo la spesa e donando i prodotti consigliati (alimenti in scatola: pelati, sughi, legumi, carne e pesce; alimenti per l’infanzia e olio).

Va ricordato inoltre che dal 18 novembre al 2 dicembre 2013 sarà possibile sostenere l’attività dei 21 magazzini della Rete Banco Alimentare in Italia anche inviando un sms da 1 euro al numero 45599 da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, Postemobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca; oppure sarà possibile donare  2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT e 2 o 5 euro chiamando da un numero di rete fissa Telecom Italia e Fastweb.

Le donazioni di alimenti ricevute durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare andranno a integrare quanto la Rete Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo (nel 2012 61.552.000 kg di alimenti, pari a un valore di circa 180 milioni di euro ovvero al carico di oltre 2.200 tir). Nella sola Emilia Romagna nel 2012 sono state ridistribuite alle strutture caritative accreditate 7.806.700 kg di alimenti, di cui 1.050.000 provenienti dalla raccolta della GNCA.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: