Published On: Ven, Dic 6th, 2013

Inaugurato il nuovo anno accademico 2013-14 dell’Università degli studi di Parma

Inaugurazione dell'anno accademico 2013-2014

di ANDREA PAPA – Come da tradizione, con il discorso inaugurale tenuto dal nuovo Rettore Loris Borghi, si è aperto ufficialmente l’anno accademico 2013/2014, nell’Aula Magna del Palazzo Centrale gremita di autorità, imprenditori, personale d’Ateneo, studenti e cittadini.

Prima dell’inizio del corteo accademico con il quale si è aperta la cerimonia, il Rettore ci ha tenuto a ricordare alla stampa l’importanza di un evento sì tradizionale e plurisecolare ma nondimeno importante chiarendo come l’obiettivo primario della nuova gestione sia quello di dare più di un occhio di riguardo ai giovani con un particolare auspicio per il mantenimento dell’attuale offerta formativa: “Stiamo facendo ogni sforzo: avremo infatti la prossima settimana un importante Senato Accademico in consiglio di amministrazione in cui andremo a decidere il piano triennale delle risorse umane volto al massimo sforzo per mantenere intatta l’offerta attuale nonostante i continui tagli che negli ultimi anni hanno mortificato l’Università pubblica italiana”.

Durante il suo discorso ufficiale poi, il Rettore Borghi, definendosi “né sovrano, né padrone” ma mettendosi sullo stesso piano di un qualsiasi altro dipendente, con l’unico interesse rivolto al bene della propria accademia e della propria comunità, ha prima ricordato alcune statistiche riguardanti i dipendenti dell’Università di Parma (che ammontano a 1882 unità) e il bacino di studenti iscritti all’ateneo, che con una cifra superiore alle 32.000 unità risulta essere il venticinquesimo a livello Nazionale, per poi iniziare a porre le prime linee guida dei progetti della nuova gestione, una vera e propria “lista delle cose da fare” che in cima come obiettivo a brevissimo termine si pone la modifica della gestione del bilancio entro gennaio 2014, ma che comprende anche la nascita della “Carta dello studente universitario di Parma” e una nuova riqualificazione per rendere le fasce di reddito più eque.

Dopo il discorso inaugurale del Rettore, ha preso la parola Gino Gandolfi, Professore Ordinario del Dipartimento di Economia che ha tenuto una prolusione sul tema “L’università: una risorsa preziosa per lo sviluppo economico e sociale del Paese”. A seguire sono poi intervenuti Antonella Fusari, Presidente del Consiglio del Personale tecnico-amministrativo, Stefano Gambuzza, Presidente del Consiglio degli Studenti, e Lucia Silvotti, Presidente del Comitato Unico di Garanzia, prima dei saluti di Sandro Cavirani, Professore Ordinario del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie, che con una vera e propria lettera aperta in lingua inglese, ha voluto dare il benvenuto agli studenti stranieri che stanno frequentando in questo semestre l’Università di Parma.

La cerimonia si è infine conclusa con un intervento musicale del Coro dell’Università di Parma “Ildebrando Pizzetti“, diretto da Ilaria Poldi, e dell’Orchestra dell’Università di Parma, diretta da Luca Aversano, con un contributo di Emma Parmigiani ed Endre Szoke, due giovani allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette