Parma

Giù di dieci posizioni. Dopo un anno il Sole 24 ore penalizza Parma e la fa uscire dalle prime dieci posizioni, fino ad arrivare al gradino numero 16 nella classifica della “qualità della vita”. Cosa non va? L’ordine pubblico. La città ducale precipita all’80esimo posto quanto a sicurezza, mentre riguardo ai dati demografici risulta terza.

 

“La Provincia di Parma – fa sapere Pizzarotti commentando i dati – ha registrato un calo generale, e questo deve far riflettere tutta la Provincia riguardo alla futura agenda politica. Ma ci sono dati positivi da non sottovalutare: nell’ultimo anno è migliorata nel tenore di vita, quindi nel benessere generale collocandosi all’ottavo posto. E questo è un dato importante. I numeri sull’ambiente, invece, registrano ciò che abbiamo sempre sostenuto: le politiche ambientali sono oggi più che mai necessarie. Nella pagella ecologica Parma è prima in regione; non possiamo infatti pensare di programmare il futuro senza pensare all’ambiente, alla qualità dell’aria, all’acqua che beviamo e al rispetto del suolo. Il problema della sicurezza – conclude il Sindaco – è invece un tasto dolente, ed è dovuto all’aumento della povertà, delle emergenze sociali, dell’instabilità economica. È un campanello d’allarme che non può che farci riflettere. Su questo aspetto serve un lavoro costante e collaborazione tra i Comuni della nostra Provincia e lo Stato. Quello che è mancato negli ultimi anni è un’attenzione del Governo centrale sulle politiche della sicurezza, come abbiamo rimarcato anche nel recente incontro in Prefettura. Soprattutto in tempo di crisi economica questo non deve mai avvenire”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: