All’assemblea nazionale Pd che l’ha proclamato segretario (e ha nominato Cuperlo presidente), Matteo Renzi detta l’agenda: entro un mese civil partnership; Ius Soli e superamento della Bossi-Fini. Poi attacca Beppe Grillo: “Rinunciamo ai rimborsi elettorali, se collabori alla nuova legge elettorale” e lancia il tormentone #beppefirmaqua

Dura reazione del Movimento 5 Stelle alla provocazione: “Renzi restituisca i 40 milioni di euro dei rimborsi elettorali”. E sul suo blog (come previsto da Pippo Civati, che aveva definito l’attacco a Grillo “un errore politico”), il leader Cinque Stelle risponde con: #renziecaccialagrana.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: