Corea nord

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha iniziato il nuovo anno all’insegna del terrore. Nel suo discorso ha infatti minacciato la possibilità di una catastrofe nucleare se si dovesse arrivare ad una nuova guerra nella penisola coreana. La miccia sarebbe, secondo il presidente, anche solo un piccolo incidente militare tra le due Coree per scatenare una nuova guerra mondiale da cui “nemmeno gli Stati Uniti uscirebbero indenni”.

Allo stesso tempo però Jong-un ha detto che la “Repubblica democratica popolare della Corea è desiderosa di sviluppare relazioni di amicizia con altri Paesi” che “rispettino la nostra sovranità”.

Nel discorso non sono mancati riferimenti alla situazione interna, definita più stabile dopo che sono state eliminate dal partito le cosiddette “fazioni feccia”, con una brutale “purga” costata la vita al numero due del regime, nonché zio e tutore del presidente, Jang Song-thaek.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: