masterchef

di ANASTASIA BIANCARDI – Nuove puntate, nuove sfide a Masterchef. Sono rimasti in quindici e le prove sono sempre più difficili, nonostante ci sia ancora da fare una bella scrematura per levarsi di torno quelli che con la cucina sembrano farci a botte. La Mistery Box contiene il Carré d’agnello e vari contorni, e Rachida è già felice di poter dimostrare finalmente la sua abilità. Ma anche questa volta non viene scelta tra i migliori, mentre Almo riceve una strigliata da Cracco che gli fa notare quanto sia ricercato nell’abbigliamento e quanto poco fantasioso in cucina. I tre migliori sono Emma, Enrica e Michele. Tra i tre, il vincitore della prima sfida è Emma, mentre Enrica, nuovamente, vede la vittoria sfumare davanti ai propri occhi. Emma ha la fortuna di scegliere il piatto protagonista dell’Invention Test creato da Graham Elliot, uno dei giudici di Masterchef USA. I tre piatti sono americani e rivisitati dal tocco dello chef per il compleanno del Presidente Obama. Emma sceglie la bisque di mais che i cuochi dovranno riprodurre perfettamente. Per la maggior parte di loro, Emma compresa, il risultato della realizzazione del piatto presidenziale è un disastro. Rachida viene ripresa da Barbieri, e lei decide di andarsene. Cracco la richiama, e lei ci regala una sua perla: “E’ che sono troppo vera e sono diventata scema”. Gli unici che riaccendono il sorriso di Graham sono Enrica, Salvatore e Alberto. Ma anche questa volta Enrica non vince e così, comprensibilmente, inizia a rimuginarci su. I peggiori sono Michele, sconfitto dalla sua intolleranza al peperone, Beatrice, che se sapesse cucinare quanto sa parlare bene l’inglese sarebbe una cuoca magnifica, a detta di Cracco, e Giorgio. Tra i tre, è quest’ultimo a lasciare Masterchef. Alberto e Salvatore, invece, sono i capitani delle due squadre in esterna. La sfida è quella di servire un buffet in due ore a 150 persone di alto lignaggio al termine di una partita di Polo nella Piazza della Armi, Caserma Santa Barbara di Milano. I due capitani formano le proprie squadre e si giocano il menu con la monetina. Ma dietro l’angolo è pronto uno scherzetto: le due squadre vengono scambiate. Alberto, a causa della sua età, si trova in difficoltà e delega Almo come suo secondo nel gestire la cucina. Dall’altra parte, Salvatore, si fa mettere i piedi in testa dalle donne ma, soprattutto, Rachida insegna a Barbieri quanto dovrebbero essere grossi gli involtini di melanzane per poter essere mangiati con lo stecchino. La squadra rossa perde e va al Pressure Test dove i protagonisti sono gli gnocchi. I due peggiori, Alberto e Michele, devono scegliere un compagno che possa aiutarli a vincere. Il primo sceglie Laura e il secondo Almo. La squadra Michele-Almo vince e si salva, mentre gli altri due si sfidano a suon di melanzane alla parmigiana. A terminare il suo percorso è Laura che, di conseguenza, interrompe anche la Love Story con Barbieri che si dimostra sinceramente dispiaciuto. Laura, la tua simpatia e i tuoi dolci sguardi ci mancheranno. ma prima o poi toccherà anche a Rachida?

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: