usura bancaria

di AURORA PATERA – Abituati ormai a leggere storie di anatocismo e usura bancaria ogni giorno sulle pagine di cronaca dei giornali, a volte si fa fatica a ricordare che c’è chi sfida le banche e vince la sua battaglia contro i soprusi. A ricordarlo il libro “La rivolta del correntista”, uscito il 6 febbraio ed edito da Chiarelettere, dell’imprenditore padovano Mario Bortoletto, vicepresidente nazionale del movimento “Delitto di usura”, che tutela le vittime delle banche.

“Bisogna dire basta agli istituti di credito che ti tolgono tutto quello che hai ottenuto con tanti sacrifici” sostiene l’imprenditore, che ha già vinto due cause contro colossi del credito e ha ricevuto risarcimenti per 450mila euro, “sono giganti di argilla che si possono sconfiggere”.

Bortoletto, come tanti, si è ritrovato con le banche sulla soglia di casa a causa di questa crisi, a chiedere di rientrare nel fido senza più concedere credito. Per questo ha deciso di iniziare una battaglia per il riconoscimento dei propri diritti. Ai colleghi imprenditori dà pochi, semplici consigli: controllare sempre quello che si firma, controllare periodicamente che i tassi d’interesse non superino la soglia d’usura, lottare e non arrendersi mai.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: