Published On: Gio, Feb 27th, 2014

M5s: la cacciata dei “dissidenti” spacca il movimento

dissidenti 5 stelle

Il popolo grillino del web decreta l’espulsione dei quattro militanti che si sono permessi di criticare la linea tenuta da Beppe Grillo durante l’incontro con Matteo Renzi. Erano stati gli stessi “dissidenti” ( Francesco Campanella, Lorenzo Battista, Luis Orellana e Francesco Bocchino) a chiedere il giudizio della rete; in caso contrario sarebbero stati cacciati direttamente dal leader autoritario che ormai di comico non ha più niente. Gli assidui frequentatori del blog dimostrano però di non riuscire a divergere dalle posizioni di Grillo , annullando il potere della democrazia diretta: su un totale di 43.368 votanti, 29.883 hanno votato a favore della mozione.

Questo ha provocato la reazione di altri appartenenti al movimento, resosi conto che se i loro colleghi vengono cacciati per avere espresso nient’altro che dissenso sull’atteggiamento del leader durante una particolare situazione, qualcosa che non va ci deve essere. Alessio Tacconi ha chiesto che il suo nome venga aggiunto a quello dei “ribelli”: “non hanno violato il codice di comportamento – dice- ma sono stati autori di un reato di opinione”. Dieci senatori hanno già rassegnato le dimissioni. Altri ipotizzano il formarsi di un nuovo gruppo scissionista a montecitorio. Molti denunciano metodi ” antidemocratici, brutali e violenti”.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette