test medicinatest medicina

Maria Chiara Carrozza, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, conferma la notizia del taglio di un quarto dei posti disponibili nelle università italiane per la facoltà di medicina. La motivazione è il timore per un futuro sovrannumero di medici. Molti temono che a non fare tornare i conti sia stata anche la bufera del bonus maturità. Questa merito aggiuntivo era legato al voto di maturità e alla distribuzione statistica dei voti della commissione in cui si diplomava il candidato, e nel 2013 portò al ripescaggio di 3500 studenti non previsti dai programmi ministeriali.

Quest’anno non sarà più valutato, ma non è l’unico cambiamento. Infatti nel 2014 il test di accesso alle facoltà di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria (anch’essi residui da tagli del 20 per cento) si svolgerà ad aprile, quindi, per la prima volta, ad anno scolastico ancora in corso. Rimane a settembre quello per le professioni sanitarie. La graduatoria resta nazionale e test consisterà ancora in 60 quesiti a risposta multipla da svolgere in 100 minuti. I risultati dei test verranno resi noti il 22 aprile 2014 per Medicina e Odontoiatria, il 23 aprile per Veterinaria e il 24 aprile per Architettura. La graduatoria di merito nazionale sarà invece pubblicata il 12 maggio 2014. L’immatricolazione dovrà essere perfezionata, a pena di decadenza, entro il 6 ottobre 2014.

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: