cucina tecnologica

di GIORGIA FIENI – Un tempo le notizie di gastronomia erano tutte nella pagina della cucina; oggi occorre fare attenzione, perché appaiono spesso anche in quella della tecnologia.

Ogni occasione è quella giusta per pubblicizzare un sito o un blog grazie alle opportune app. Scaricabili su ogni tipo di dispositivo connesso ad una rete internet, permettono di risolvere qualsivoglia problema, che sia di carattere prettamente tecnico oppure storico o addirittura geografico. Accanto infatti alle app che forniscono un comodo tutorial sull’esecuzione di ricette buone per tutte le occasioni sono apparse anche quelle che vanno alla ricerca della nascita dei prodotti e della locazione di osterie, ristoranti, bar, pizzerie e pasticcerie.

Poi si passa direttamente agli accessori. Avere a disposizione un computer, un software grafico, una webcam e una macchina laser che taglia e incide le superfici in futuro potrà tornarci molto utile. I ricercatori giapponesi stanno infatti lavorando su questi dispositivi in modo da cambiare completamente l’usuale concezione di cucina. Il tutto ha funzionato in questo modo: hanno disposto gli ingredienti su un foglio bianco, in modo da poter minimizzare lo sfondo e rendere il tutto più igienico, poi il computer ha guidato il laser per fargli creare disegni e incisioni sull’ingrediente scelto, che hanno coperto di zucchero a velo e stampato, ottenendo in tal modo delle sculture di zucchero. Questo modificherà sapori, consistenze e funzionalità del cibo, rendendolo sempre più finalizzato alle necessità del singolo.

Gli utensili diventano sempre più elettronici e multifunzione. Non solo robot e planetarie, ma anche grattugie, frullatori e pure coltelli e forchette, sono quasi in grado, come fossero novelle etichette, di raccontarci la provenienza della materia prima che stiamo per gustare e le eventuali allergie che possono provocare. Un notevole passo avanti nel campo della salubrità alimentare.

Ultima chicca, l’arrivo di One puck: ricava energia da alimenti caldi o freddi e li trasforma in ricarica per la batteria del telefonino. Traduzione: anziché aspettare tutta la notte per poter comunicare, basta poggiarci sopra un caffè bollente o una bibita gelata e siamo subito connessi per lavorare o divertirci o semplicemente organizzare la nostra esistenza.

La gastronomia sta esplorando nuove frontiere, questo è certo. Se sia un bene o un male, ancora nessuno può saperlo…

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: