Published On: Ven, Feb 7th, 2014

Siria: Aleppo, Ban condanna “brutali” attacchi con barili-bomba

lapresse_ban_ki_moonDurissima reazione del segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, contro i “deplorevoli” attacchi aerei lealisti in corso su Aleppo, e in particolare contro il ricorso ai famigerati barili-bomba “dalle conseguenze brutali e devastanti nelle aree abitate”: la presa di posizione di Ban, che attualmente si trova in Russia per l’odierna inaugurazione dei Giochi Olimpici Invernali a Sochi, è stata riferita dal suo portavoce Martin Nesirky, secondo cui “il segretario generale ancora una volta condanna l’utilizzo indiscriminato di qualsiasi arma nei confronti dei civili, in violazione degli obblighi derivanti dal diritto internazionale umanitario e dalle norme sui diritti umani”, e chiede alle parti di attivarsi “immediatamente” per arginare le violenze e trovare una soluzione pacifica al conflitto in Siria. “Tutti i civili”, ha concluso il portavoce ONU, “debbono essere protetti, in qualunque situazione”. Frattanto l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione dell’opposizione in esilio con sede a Londra, ha reso noto che è aumentato ad almeno 257 il numero dei morti accertati provocati da sei giorni di bombardamenti sulla seconda città del Paese mediorientale: 76 tra le vittime erano bambini, mentre undici sono quelle registrate soltanto nelle ultime 24 ore. Quanto ai feriti, ammontano a diverse centinaia.
Una nuova operazione militare congiunta contro le forze governative, ad Aleppo e nell’omonima provincia nord-occidentale, è stata annunciata dal Fronte Islamico, cartello che raccoglie decine di fazioni insurrezionali per un totale di decine di migliaia di uomini, e i jihadisti del Fronte al-Nusra: è stata denominata ‘Accessi alla Sincera Promessa’, dalla citazione di una sura del Corano, e avra’ come obiettivi caserme e posti di blocco, dai quali gli abitanti delle “zone occupate” sono stati avvertiti di tenersi lontano.
A “tutti i combattenti” è stato ordinato di “raggiungere le linee del fronte”, altrimenti “saranno chiamati a rispondere”.

fonte AGI.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette