divise-italia-sochi-2014
Le Olimpiadi invernali di Sochi iniziano, ufficialmente, il 7 febbraio. Ma solo per gli atleti.
Sono, infatti, numerose le aziende italiane italiane che hanno gia’ partecipato alla preparazione dei Giochi, destinati a essere ricordati come i piu’ costosi della storia, con un budget stimato in 51 miliardi di dollari. I dati dell’ambasciata italiana a Mosca e dell’Ice-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane parlano di grandi societa’, come anche di Pmi coinvolte in diversi settori: dall’arredamento alle grandi opere di infrastrutture, fino a sistemi di sicurezza e attrezzature, passando per fiori e know-how nell’organizzazione delle grandi cerimonie olimpiche. Una serie di aziende italiane ha partecipato alla realizzazione delle gallerie e delle infrastrutture stradali e ferroviarie. La societa’ ingegneristica Geodata ha effettuato la progettazione del nuovo corridoio combinato strada-ferrovia, tra le citta’ di Adler e Krasnaya Poliana: 45 chilometri di lunghezza, con sei complessi di gallerie. La societa’ di geoingegneria Rocksoil ha progettato e fornito consulenza per la costruzione delle due gallerie della tangenziale di Sochi, realizzate dalla Transstroy Tonnel, impresa del gruppo Glavstroy, di proprieta’ dell’oligarca russo Oleg Deripaska. A questo progetto hanno partecipato anche le Officine Maccaferri, che offrono soluzioni per il rinforzo delle gallerie, e la Soilmec del Gruppo Trevi, che ha fornito quattro perforatrici. Fa capo, invece, alla Selex Es del Gruppo Finmeccanica il sistema protetto di radiocomunicazioni Tetra, in uso al personale di sicurezza dei Giochi. Un po’ di Italia sara’ anche sulle piste dell’area di Rosa Kuthor, dove si tengono le gare di scii. A preparare il ‘campo’ saranno 62 battipista della Prinoth (Gruppo Leitner), mentre la Technoalpin di Bolzano ha fornito sistemi di generazione di neve per le piste delle discipline nordiche. Lungo le piste di bob e slittino sono installate schermature solari firmate dalla Solaris. La vicentina Alpina Snowmobiles ha fornito una trentina di motoslitte bi-cingolo equipaggiate con accessori e attrezzature, per il collegamento dei villaggi in quota, mentre da Bergamo arrivano reti di protezione, transenne e altri elementi di segnalazione come paletti da slalom e materassi per assorbire gli urti, predisposti sulle piste della Ski Area. Vi e’ un po’ di Italia anche nelle grandi opere architettoniche che ospiteranno le gare sportive: la Stahlbau Pichler di Bolzano, specializzata nella realizzazione di edifici civili, complessi industriali, ponti ed infrastrutture, ha progettato gli edifici della Shayba Arena per l’hockey e l’Ice Cube per il curling. Lo Studio Zoppini, invece, ha disegnato l’Ovale per il pattinaggio di velocita’ su ghiaccio e l’arena per le gare di pattinaggio di figura.
Gusto italiano anche nell’arredo urbano e nelle cerimonie olimpiche: la ditta Vannucci di Pistoia ha realizzato, con un partner locale, un vivaio per la fornitura di piante per Sochi e le localita’ circostanti, mentre la Balich Worldwide Shows curera’ le cerimonie delle Paralimpiadi.
Il gruppo Ansaldo Energia, infine, ha fornito quattro turbine a gas per la centrale a ciclo combinato di Adler, realizzata da Gazprom. Enel, invece, fornisce all’intera regione di Stavropol e a Sochi l’elettricita’ prodotta nella sua centrale di Nevinnomyssk.
Dal 2010 e’ operativo a Sochi un Ufficio Ice, presso la locale Camera di Commercio. Oltre all’assistenza alle imprese italiane, le attivita’ svolte hanno visto anche l’organizzazione di corsi di cucina italiana per i cuochi dei ristoranti locali. Sono stati organizzati, inoltre, diversi progetti in collaborazione con l’Universita’ olimpica internazionale russa, fondata in occasione dei Giochi, volti a formare i quadri amministrativi per la gestione degli eventi sportivi. L’intento era trasferire l’esperienza delle Olimpiadi di Torino ai partner di Sochi, attraverso l’organizzazione di seminari per le organizzazione russe incaricate della gestione degli eventi di rilievo legati a Sochi 2014.

Fonte – AGI

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: