Published On: Mer, Mar 12th, 2014

Giudici venduti

Share This
Tags

giudici

di MARCELLO VALENTINO – In questa città, in questo Paese, ci sono giudici e avvocati che si vendono l’anima la mente e il corpo per un tozzo di pane, mortificando la giustizia per il loro tornaconto.

Ma bisogna dire che questi esseri immondi sono anche coraggiosi che pur vendendosi non hanno paura della resa dei conti e mettono a repentaglio la loro vita e quella dei loro cari per perseguire non i loro sporchi interessi ma quelli di terzi, che li hanno a libro paga, non temendo le eventuali reazioni dell’ingiustizia perpetrata. Un tempo, ma neanche tanto tempo fa, i partigiani fecero giustizia sommaria casa per casa, di tutti coloro che erano stati iscritti nel libro nero dei collaborazionisti o pseudo tali, dei fascisti venduti che avevano infierito sugli inermi con il loro grande potere. Non hanno paura questi esseri che la cosa si possa ripetere in un prossimo futuro?

Non hanno paura questi venduti che presto potrebbe arrivare una nuova resa dei conti? E chi saranno i ricercati per dar conto del loro operato? I soldi sono più forti di qualsiasi altra cosa, corrompere è un gravissimo reato, ma chi ha i soldi non bada a queste cose, pur di raggiungere il proprio fine, ma è chi si fa corrompere che commette l’atto più abominevole che possa esistere sulla faccia della terra, perché non solo lo fa per denaro, ma impedisce ad un suo simile di ottenere giustizia. In Italia i più grandi corruttori di giudici e avvocati sono le lobby bancarie. Le banche che comprano i giudici tramite i loro legali negano ai cittadini la giustizia, facendo in certi casi togliere loro la vita, quindi queste lobby, queste banche sono dei veri e propri assassini.

E chi li condanna?

Le banche hanno le mani sporche di sangue e questo gli avvocati e i giudici corrotti lo sanno, quindi sono complici delle banche perché tramite loro hanno ucciso. In gergo si dice: mandante ed esecutore del crimine. Io mi chiedo cosa fa la politica di fronte a tutto questo? La risposta è: connivenza. Che differenza c’è se questo crimine lo commettono le banche tramite gli avvocati e i giudici con la connivenza dello Stato o se lo commette la mafia. La stessa identica cosa fatta con la legge e senza la legge. Comunque ambedue senza giustizia. Tra le due la peggiore è quella con la legge, ma prima o poi la legge arriverà casa per casa, per fare giustizia contro la legge non legge e contro le mafie senza legge, perché la giustizia comunque alla fine trionferà su tutti. La storia ce lo insegna, nessun dittatore è sopravvissuto alla sete di vera giustizia del popolo, e tutti si dovranno sottoporre ad essa, perché inesorabilmente arriverà. È l’unica bandiera universale che continua a sventolare, gli uomini diventano polvere, gli ideali continuano a vivere per l’eternità, di padre in figlio per il resto dell’umanità. Tanti dovrebbero cominciare ad aver paura per quello che stanno insegnando ai propri figli.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette