oscar

Sono già passati 15 anni dall’ultimo Oscar per il nostro paese, vinto nel 1999 da Roberto Benigni con la Vita è bella.  Ieri sera sul palco del Dolby Teathre  “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino è stato premiato come miglior film straniero.  “Grazie alle mie fonti di ispirazione: Federico Fellini, Martin Scorsese, Diego Armando Maradona, a Roma, a Napoli e alla mia più grande bellezza personale, Daniela, Anna e Carlo”. Sono queste le prime parole di Paolo Sorrentino dopo aver ricevuto l’Oscar per “La Grande Bellezza”.

Ad annunciare la vittoria della “Grande Bellezza” sono stati Ewan McGregor e Viola Dacis. Sorrentino ha ricevuto il premio insieme a un entusiasta Toni Servillo e il produttore Nicola Giuliano.

Il regista ha dunque auspicato che questo riconoscimento possa spingere il cinema italiano a “produrre storie che possano andare ovunque”. Interpellato sulla colonna sonora, l’ha definita un mix tra sacro e profano. “Perchè Roma nella mia mente ha proprio la caratteristica di coniugare sacro e profano: è la città del Vaticano, il centro del mondo cattolico ma c’e’ anche il mondo profano che si muove sotto il Vaticano e ho cercato di raccontarlo con la musica”.

Il neoministro dei Beni Culturali Dario Franceschini si è congratulato con Sorrentino  al telefono,  per esprimergli “gioia e ringraziamenti”. “Al risveglio – ha scritto su Twitter – sarà per l’Italia un’iniezione di fiducia in se stessa. Viva Sorrentino, viva il cinema italiano! Quando il nostro Paese crede nei suoi talenti e nella sua creatività, torna finalmente a vincere”.

Orgoglio italiano per Paolo Sorrentino e per il suo film ‘La Grande Bellezza’. Così di buon mattino il presidente del Consiglio Matteo Renzi in un tweet plaude all’ Oscar italiano: “in queste ore dobbiamo pensare ad altro e lo stiamo facendo. Ma il momento orgoglio italiano per Sorrentino e #LaGrandeBellezza ci sta tutto”.

Il vero vincitore dell’86/ma edizione degli Oscar è però Gravity di Alfonso Cuaròn che si porta a casa ben 7 statuette su 10 nomination, tra cui anche regia e montaggio. Miglior film, però, è “12 anni schiavo” di Steve McQueen. Miglior attore protagonista Mattew McConaughey, miglior attrice Cate Blanchett.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: