Published On: Mer, Apr 23rd, 2014

“Elvira” di Stefano Terenziani

Schermata 2014-04-23 alle 01.32.58
Stefano Terenziani: “Elvira è un cortometraggio realizzato per dare ad Elvira Balestrazzi una parte da protagonista. Questa meravigliosa attrice aveva già dato un contributo alla nostra serie web Baretto (www.youtube.com/user/Barettolaserie), serie ideata da Andrea Ferraguti e Carlo Rizzelli, aveva anche recitato nel corto di Daniele Zinelli “Tradizione di famiglia” e davanti alla sua disinvoltura e naturalezza nel recitare era inevitabile pensare a lei come la protagonista assoluta di un cortometraggio.
Il primo passo era trovare una storia adatta e divertente. Doveva essere una commedia.
Un giorno ascoltai in un notiziario di una truffa ai danni di una anziana e da li prese corpo quello che poi è diventato il soggetto del cortometraggio.
Elvira poteva essere una gentile vecchietta che non aveva paura di aprire la porta agli sconosciuti, anzi li accoglieva piena di attenzioni e premure al motto di “Una vita spesa senza gentilezza è una vita povera di amici”. Insieme a Paolo Croci iniziammo a lavorare alla sceneggiatura, pensavo da subito di fare riferimento alla commedia americana, doveva essere un lavoro diverso dal solito, prendere dalla commedia Italiana solo lo spunto dalla vita vera, dalla cronaca, ma poi avere uno sviluppo e uno spirito più “anglosassone”.
Il modello era la Hollywood classica, degli anni 30 e 40. In quel periodo la commedia come genere ha dato veri capolavori alla storia del cinema, storie piene
di ritmo e battute, con situazioni e personaggi a volte molto strani e originali. I personaggi femminili erano spesso forti e intraprendenti, le donne erano le vere protagoniste di quelle commedie, trascinavo letteralmente l’uomo in disavventure bizzarre e sopra le righe. La nostra operazione assomigliava molto a quello che succedeva negli studios in quegli anni, era necessario trovare parti adatte alle stelle, plotoni di sceneggiatori sfornavano migliaia di copioni su
misura per le dive e i divi, più erano famosi e più era necessario produrre film a ritmo costante per tenerli sulla cresta del successo.
Elvira Balestrazzi era la nostra Katharine Hepburn! Allo stesso modo modellammo il personaggio della nipote, interpretato da Anna Mazza, che si trascina il fidanzato in visita dalla amata zia, Elvira appunto. A riceverli l’altro nipote “il capitano”, interpretato da Paolo Croci, un ingegnere vittima di un “disturbo mentale” con qualche problema a relazionarsi. Paolo ha interpretato il suo Capitano ispirandosi un po’ a Groucho Marx e un po’ ai Monty Phyton, dando vita ad una grande interpretazione. A concludere il cast Andrea Ferraguti (il fidanzato), Carlo Rizzeli, Daniela Chiara Maida e Linda Corsini nel ruolo di avidi truffatori.
Tutto il cast ha contribuito a far fare un salto di qualità al cortometraggio, recitando in modo meraviglioso. Il tutto condito da una sana dose di humor nero, sfruttando il più possibile la grande bravura di Elvira Balestrazzi, maestra a mio parere nei tempi comici.
Lunedi 14 aprile 2014 ne abbiamo avuto la conferma, il pubblico che ha riempito il cinema Edison di Parma ha accolto con risate ed entusiasmo sia il corto che i suoi protagonisti.”

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette