sport_motori_panoramica_autodromo_misanoEmanuele Cassani, 25enne di Imola, è morto in un incidente motociclistico durante la prima gara del Campionato italiano di velocità, classe 600, all’autodromo di Misano Adriatico.
Stando a una prima ricostruzione dell’incidente, Cassani si è scontrato con altri due colleghi a pochi istanti dalla partenza. Probabilmente non è riuscito a staccare velocemente allo starter ed è stato toccato dagli altri.
Nonostante sia stato subito soccorso in maniera tempestiva dal personale medico presente in circuito, il pilota è deceduto a causa delle ferite riportate durante l’incidente. “Gli altri due piloti non hanno riportato invece gravi conseguenze”, scrive in una nota il sito ufficiale del CIV. La manifestazione è stata subito interrotta, decisione presa di comune accordo tra la FMI, l’Autodromo e gli organizzatori dei vari trofei della Coppa Italia. All’ospedale “Bufalini” è arrivato uno solo dei due feriti, “che non è in pericolo di vita, ma ha riportato delle fratture alla clavicola e alle costole” ha riferito la dottoressa Minghetti.
Sul circuito di Misano, intitolato a Marco Simoncelli, si era già consumata un’altra tragedia il 5 settembre del 2010, quando perse la vita giapponese Shoya Tomizawa durante il GP di San Marino, categoria Moto2. Ad agosto 2013, invece, durante i test privati della Ducati, fu protagonista di una brutta caduta il collaudatore Eddi La Marra: andò a terra alla Curva 6 battendo violentemente la testa. Strano destino quello di La Marra: qualche mese prima del suo incidente, toccò alla sua fidanzata, Alessia Polita. Molto più gravi le conseguenze per la ragazza, che riportò la frattura delle colonna vertebrale e una paralisi dalla vita in giù.

Fonte – SKY

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: