DSC_1757

Appuntamento sabato 7 giugno, dalle 10 alle 20, in piazzale della Macina, borgo XX Marzo, via Mistrali e Borgo San Biagio. Vetrine a festa, degustazioni, presentazioni di libri e soprattutto attenzione per i bambini con narrazioni itineranti ed animazioni, grazie al progetto “Negozi amici dei bambini” promosso dall’associazione Zetatielle di Parma, con il patrocinio e la coorganizzazione del Comune di Parma, nell’ambito dell’iniziativa “E-state con noi”, che coinvolge zone storiche della città e vede il coinvolgimento anche del gruppo cooperativo Colser-AuroraDomus e del suo settore educativo che si occupa anche di consulenza nei settori della progettazione partecipata e dell’Associazione “Circolarmente”, accanto all’associazione “Noi per loro”.

Sarà un sabato di festa come hanno spiegato questa mattina, nella conferenza stampa di presentazione, l’assessore al commercio Cristiano Casa, Maria Sgobba promotrice del progetto, Giuseppe Montacchini presidente dell’associazione Zetatielle e Simona Miodini di Colser – Aurora Domus. 



“Il Comune ha accolto con slancio questa proposta – ha spiegato l’assessore Cristiano Casa – volta a valorizzare il centro e i suoi negozi grazie a proposte innovative frutto della sinergia tra gli stessi negozianti, di cui ho apprezzato il ruolo propositivo, e l’Amministrazione Comunale. L’obiettivo di rendere Parma una città gradevole, accattivante per i turisti e soprattutto una città a attenta ai bambini e, quindi, una città educativa rappresenta un modello da estendere alle altre zone della città”.



“La nostra iniziativa ha come obiettivo – ha spiegato Maria Sgobba – quello di valorizzare il centro storico, di presentare vetrine piacevoli, rivitalizzando una parte del centro. Le vie coinvolte saranno ornate da addobbi floreali per renderle ancora più gradevoli con vetrine rinnovate e la possibilità di effettuare degustazioni nei locali. Il pomeriggio sarà dedicato ai bambini con tante iniziative interessanti”.



“Siamo riusciti a fare rete fra i negozianti – ha precisato Giuseppe Montacchini – per promuovere e rendere la città più accogliente”.



Simona Miodini ha spiegato che “sarà una festa per grandi ma soprattutto per i  piccini. Prende avvio il progetto dei “Negozi amici dei bambini”. Si tratta di un progetto che vede i negozianti porsi come punto di riferimento per loro in un concetto di città educativa in cui accoglierli e prestare loro aiuto in caso di difficoltà”. I negozi amici dei bambini saranno riconoscibili da un logo apposto al loro esterno.


Il progetto “negozi amici dei bambini” si pone l’obiettivo della promozione dei diritti dei bambini e del valore sociale del commercio, riconoscendo il ruolo fondamentale svolto dallo “spazio negozio”, come
importante punto di ascolto delle esigenze dei bimbi, in grado di trasformarsi in piccole oasi di tranquillità per i più piccoli, in modo da sperimentare l’autonomia fuori dall’ambito familiare, pur restando all’interno di una “maglia di protezione” offerta con discrezione,  ricreando quel sistema di relazioni di una volta dove i bambini erano parte integrante del quartiere.

Cos’è il “negozio amico dei bambini” –
Il “negozio amico dei bambini” rappresenta un sostegno per lo sviluppo dell’autonomia del bambino che si muove in città, ritrovando  una visione del territorio veramente attenta alle esigenze dei più piccoli, in un clima di relazioni vere ed autentiche. I negozianti, gli artigiani, ma anche le sedi di banca o gli uffici postali, che si dichiareranno disponibili a dare una mano per l’autonomia dei bambini potranno esporre un apposito adesivo sulla loro vetrina: genitori e figli potranno quindi stare più tranquilli sapendo che, in caso di necessità, ci sono punti di riferimento.

Le caratteristiche del “negozio amico” –
Il “negozio amico dei bambini” potrà essere posizionato in vari luoghi  della città, sarà individuabile mediante l’esposizione di un chiaro segno di riconoscimento e avrà gli “strumenti” necessari per soddisfare le richieste di bambini in difficoltà (telefonare ai genitori in caso di bisogno, acqua, cerottini a fronte di una piccola caduta).

Le caratteristiche del “negoziante amico” –
Il “negoziante amico” dovrà dimostrarsi disponibile e cortese nei confronti dei bambini che si presentano, facendo in modo di rassicurarli in una situazione di difficoltà e dovrà conoscere bene la città, così da esser in grado di dare indicazioni precise.

I servizi offerti dal negozio amico –
Il “negozio amico” potrà essere un punto di riferimento per i bambini, un piccolo-grande tassello nella più vasta rete di solidarietà: sia che si tratti di offrire un riparo dalla pioggia, fare una telefonata a casa , in caso di necessità o far intervenire i vigili urbani se occorre. Per le famiglie significherà essere partecipi di un progetto di città educativa, a misura di bambino, con spazi accessibili e sicuri.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: