Published On: Mer, Giu 18th, 2014

Che giustizia abbiamo in Italia?

giustizia

Per capire che tipo di giudici abbiamo in Italia basta vedere la sentenza sul caso stamina; per capire che tipo di giornalisti abbiamo in Italia basta andare a rileggersi e a rivedersi quello che è stato scritto e detto sul medesimo caso. Queste cose succedono soltanto nel Belpaese, dove la giustizia e l’informazione sono solo sommarie, nessun giudice o giornalista fa un minimo di indagine, di investigazione per appurare la verità. Solo “blablabla e bla” e così il casino è fatto, e alla fine a rimetterci sono solo gli interessati coinvolti direttamente: ammalati e familiari. Ma una volta appurata la verità, ci sarà qualcuno che pagherà per aver mal giudicato e male informato?

Al Tribunale di Parma, dove la giustizia è al livello dei peggiori paesi del terzo o quarto mondo, la speranza ultima è riposta nel nuovo procuratore (che se vuole può cominciare a far cambiare il corso della giustizia cittadina), ci affidiamo e confidiamo che dia finalmente una svolta, aprendo una nuova pagina, speriamo immacolata, così che i cittadini possano finalmente ritornare ad avere fiducia nella giustizia e in questo Tribunale. Ma per fare questo, certamente, alcuni giudici, decisamente filobancari,e filomassoni dovrebbero andar via in altri luoghi, molto remoti. Ma se poi si vuole cambiare veramente tutto, ci vorrebbe un azzeramento totale, che certamente avverrà. Con gli ultimi avvenimenti che si sono succeduti in città, per le notizie che si pubblicheranno sulla stampa libera, con le intercettazioni che man mano verranno fuori, dalle oltre 25mila pagine di intercettazioni sugli scandali cittadini, faranno certamente in modo che qualcun altro prenderà un’altra aria. E speriamo presto che altri, come il prefetto, decidano di abbandonare o di andare in pensione. Certo è che se a qualcuno è rimasto un minimo di dignità, farà fagotto e lascerà il posto ad altri, speriamo più onesti e meno coinvolti con i poteri forti, politica e massoneria. È ora che si faccia un po’ di pulizia, cosa certamente molto difficile, ma non impossibile, perché quando si esagera, come accade quotidianamente qui a Parma, è veramente troppo.

Speriamo che anche il Sindaco di Parma Pizzarotti (presto anche “presidente della Provincia”), che tanto si autoelogia con la sua politica trasparente e “dei fatti”, si muova anche lui con la sua Amministrazione in questa direzione e lavori con la sua politica contro questo cancro che attanaglia la città e le sue principali istituzioni. Speriamo certamente anche nell’opinione pubblica correttamente informata, dove queste anomalie le hanno ben presenti, perché con chiunque parli e a chiunque chiedi, certo nessuno si esima dal dire che qui a Parma si vive una situazione totalmente anomala, sperando che il peggio sia al capolinea.

Noi faremo la nostra parte, con la nostra informazione libera e fuori dagli schemi, per raccontare ai cittadini la verità sui fatti (ahimè) devastanti, anche se la fresca legge, appena approvata, sulla responsabilità della magistratura, sembra andare nella giusta direzione, perché anche i giudici che giudicano male, devono essere sottoposti a giudizio, e mi sembra – questa si – una cosa giusta, perché nessuno deve essere al di sopra della legge, altrimenti che legge e giustizia è?

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette