Premio_Strega_2014

Una prima votazione con risvolti a sorpresa quella che si è tenuta ieri alla Casa Bellonci di Roma per selezionare i cinque finalisti del Premio Strega 2014. Dopo aver vinto il Premio Giovani, ad arrivare in testa alla classifica provvisoria è stato Giuseppe Catozzella, con il libro “Non dirmi che hai paura”. Il romanzo, che racconta il sogno di una ragazza somala di partecipare alle Olimpiadi e lo scontro con la dura realtà della migrazione, ha ottenuto 57 dei voti espressi dalla giuria, composta dagli Amici della Domenica, da un gruppo di lettori scelti e dai voti collettivi di scuole, università e istituti di cultura.

”Fino a trenta secondi prima non entravo nella cinquina. Poi, alla fine, tutti i voti si sono raggruppati. – ha commentato l’autore a caldo – C’è da essere felice, Roma porta bene. Una cosa del genere non me la sarei mai aspettata”. Il suo libro è anche stato già scelto per diventare un film prodotto da Andrea e Raffaella Leone.

Al secondo posto si è piazzato invece Antonio Scurati con “Il padre infedele”, che ha ottenuto 55 voti. L’autore, dopo la mancata vittoria per un soffio nel 2009 con “Stabat Mater”, spera quest’anno nella rivincita. “Ho voluto mettere alla prova me stesso e vedere se potevo affrontare una gara così impegnativa – ha dichiarato – Quello che mi auguro però è che questo mio libro possa raggiungere il più alto numero di lettori possibili. Un romanzo che per me ha un forte valore esistenziale”.

Al terzo posto tra i finalisti c’è invece Francesco Piccolo con il “Il desiderio di essere come tutti”: il libro si è fermato per ora a 53 voti nonostante fosse considerato tra i favoriti del concorso. In finale ci saranno anche “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro con 49 voti e “Lisario o il piacere infinito delle donne” di Antonella Cilento con 46 voti, unica donna tra i cinque finalisti.

La prossima votazione sarà quella decisiva per scegliere il vincitore dell’edizione di quest’anno. La proclamazione si terrà come sempre al Ninfeo di Villa Giulia ed è prevista per il 3 luglio. Tra gli esclusi più noti dalla serata finale ci sono la graphic novel di Gipi, “Una storia”, che per la prima volta ha portato un racconto a fumetti allo Strega, e “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: