Published On: Gio, Lug 17th, 2014

Aereo abbattuto in Ucraina, soccorritori: “Scene apocalittiche” . Scambio accuse Kiev Mosca

Aereo precipitato:corpi in raggio 4 km, zona preclusa a Kiev

Un Boeing 777 della Malaysia Airlines è stato abbattuto in Ucraina vicino al confine con la Russia. Era in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur con a bordo 280 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio, sono tutti morti secondo fonti locali. L’aereo ha cominciato a perdere quota circa 50 chilometri prima di entrare nello spazio aereo russo ed e’ precipitato in territorio ucraino. La regione in cui e’ quella di Shiaktiorsk, 40 chilometri a est di Donetsk, una zona di combattimenti.

A bordo dell’aereo ci sarebbero stati 23 americani. Lo riportano fonti Usa.

Scene apocalittiche davanti a soccorritori del Boeing – Lamiere bruciate, pezzi di aereo, fuoco e fumo ovunque. E soprattutto corpi. Tantissimi corpi senza vita finiti tra i detriti. E’ una scena apocalittica quella che si sono trovati di fronte i soccorritori del boeing 777 precipitato nel piccolo villaggio di Grabove, nella regione di Donetsk, da mesi al centro di scontri tra insorti filorussi e forze ucraine. E infatti i primi ad accorrere dopo il terribile impatto sono stati proprio i ribelli, accanto ai pompieri. Con i fucili ancora in spalla si sono messi a dare una mano ai vigili del fuoco che cercavano di domare le fiamme. Attorno, solo desolazione. Nemmeno una delle 295 persone salite sull’aereo ad Amsterdam per andare in vacanza a Kuala Lumpur, tra le quali anche bambini, è sopravvissuta. I corpi sono tutti lì, incastrati tra le lamiere, sbalzati a metri e metri di distanza, gettati a terra, tra sedili dell’aereo, pezzi di fusoliera e la coda del Boeing, sulla quale si legge ancora il logo della Malaysia Airlines. Un impatto impressionante che ha spazzato via la campagna coprendo di cadaveri e detriti una vastissima zona del piccolo villaggio. Ma risparmiando fortunatamente le zone abitate, dalle quali la gente, attonita, continua a guardare l’impressionante colonna di fumo che si è levata dalla campagna. Che ora sembra una zona spettrale. Un aereo sul quale erano salite 280 persone provenienti da tutto il mondo e dirette in vacanza o a concludere affari di lavoro. Accolti da 15 persone dell’equipaggio, sul boeing erano decollati francesi, americani, belgi, olandesi. Uno di loro, prima di partire aveva fatto uno scherzo dissacrante, forse per scacciare un presentimento. Aveva postato una foto dell’aereo su Facebook, scrivendo: “Se dovesse sparire, questo è il suo aspetto da fuori”. Un ironico riferimento all’aereo della stessa compagnia scomparso l’8 marzo scorso in volo da Kuala Lampur a Pechino, che ora ha il sapore di un tragico presagio.

Sarebbe stato abbattuto ad una altezza di 10 mila metri il Boeing 777 caduto nell’Ucraina dell’est: lo riferisce Interfax citando una fonte dell’aviazione russa.

Renzi: ‘Verifiche autorità italiane’
“Le nostre autorità stanno facendo le loro verifiche, l’intera comunità internazionale segue con enorme apprensione questa dolorosa vicenda”m dice il premier Matteo Renzi, commentando la vicenda.

Poroshenko: ‘Atto terroristico’
“Un atto terroristico”. Così il presidente ucraino Petro Poroshenko ha commentato la tragedia dell’aereo della Malaysia Airlines precipitato in Ucraina vicino al confine russo. In un tweet del suo portavoce Sviatoslav Tsegolko si legge:”Poroshenko sull’aereo abbattuto: non è né un incidente, nè una catastrofe, è un atto terroristico”.

L’aereo precipitato in Ucraina è una “terribile tragedia”, afferma il presidente americano, Barack Obama.

Ue, serve indagine internazionale
L’Alto rappresentate Ue Catherine Ashton si dice “scioccata dalle notizie sulle circostanze per la tragica perdita” dell’aereo della Malaysian Airlines. “Le circostanze devono essere chiarite senza ritardo – afferma – ed un’indagine internazionale deve fare piena luce su questa tragedia”.

I separatisti filorussi hanno riferito di aver già rinvenuto nel luogo dove è caduto il Boeing malese, in una zona verde dell’Ucraina dell’est, decine di corpi, tra cui molti di bambini. Andrei Purghin, primo vicepremier dell’autoproclamata repubblica di Donetsk, ha promesso che le scatole nere, appena verranno ritrovate, saranno consegnate alle autorità russe “per una indagine obiettiva”.

Il servizio aeronautico civile ucraino aveva chiuso lo scorso 8 luglio lo spazio aereo a est del Paese, in seguito ai combattimenti contro i secessionisti filorussi, autorizzando il transito dei velivoli solo sopra i 7900 metri. Il Boeing malese volava a 10 mila metri di quota.

I corpi delle vittime del Boeing malese sono sparsi in un raggio di 4 km, secondo una fonte delle autorità regionali ucraine locali. La zona è presidiata dai secessionisti filorussi, che non lasciano entrare né i soccorritori né gli inquirenti ucraini. Porte aperte invece per una troupe della tv russa Lifenews, che sta trasmettendo in diretta le immagini del disastro, con corpi straziati, rottami ovunque, oggetti personali, passaporti spesso intatti, molti di cittadini olandesi e malesi

Aereo precipitato:corpi in raggio 4 km, zona preclusa a Kiev (foto: ANSA) FOTO
Aereo precipitato:corpi in raggio 4 km, zona preclusa a Kiev
+CLICCA PER INGRANDIRE
Redazione ANSA
ROMA
17 luglio 2014
20:58
NEWS
Suggerisci
FacebookTwitterGoogle+
Altri
A-AA+
Stampa
Scrivi alla redazione
Notizie Correlate

FOTORACCONTOAEREO PASSEGGERI MALESE ABBATTUTO IN UCRAINA, 295 VITTIME (ANSA)
Fotoracconto
Aereo abbattuto in Ucraina, tutte le prime pagine
FOTORACCONTOAereo precipitato: fonti, morti tutti i passeggeri (ANSA)
Fotoracconto
Aereo abbattuto in Ucraina, sul luogo della tragedia
FOTOAereo abbattuto, il luogo dell’attacco (ANSA)
Foto
Aereo abbattuto in Ucraina, il luogo dell’attacco
Archiviato in
Incidenti aerei e spaziali
Malaysia Airlines
Un Boeing 777 della Malaysia Airlines è stato abbattuto in Ucraina vicino al confine con la Russia. Era in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur con a bordo 280 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio, sono tutti morti secondo fonti locali. L’aereo ha cominciato a perdere quota circa 50 chilometri prima di entrare nello spazio aereo russo ed e’ precipitato in territorio ucraino. La regione in cui e’ quella di Shiaktiorsk, 40 chilometri a est di Donetsk, una zona di combattimenti.

A bordo dell’aereo ci sarebbero stati 23 americani. Lo riportano fonti Usa.

Scene apocalittiche davanti a soccorritori del Boeing – Lamiere bruciate, pezzi di aereo, fuoco e fumo ovunque. E soprattutto corpi. Tantissimi corpi senza vita finiti tra i detriti. E’ una scena apocalittica quella che si sono trovati di fronte i soccorritori del boeing 777 precipitato nel piccolo villaggio di Grabove, nella regione di Donetsk, da mesi al centro di scontri tra insorti filorussi e forze ucraine. E infatti i primi ad accorrere dopo il terribile impatto sono stati proprio i ribelli, accanto ai pompieri. Con i fucili ancora in spalla si sono messi a dare una mano ai vigili del fuoco che cercavano di domare le fiamme. Attorno, solo desolazione. Nemmeno una delle 295 persone salite sull’aereo ad Amsterdam per andare in vacanza a Kuala Lumpur, tra le quali anche bambini, è sopravvissuta. I corpi sono tutti lì, incastrati tra le lamiere, sbalzati a metri e metri di distanza, gettati a terra, tra sedili dell’aereo, pezzi di fusoliera e la coda del Boeing, sulla quale si legge ancora il logo della Malaysia Airlines. Un impatto impressionante che ha spazzato via la campagna coprendo di cadaveri e detriti una vastissima zona del piccolo villaggio. Ma risparmiando fortunatamente le zone abitate, dalle quali la gente, attonita, continua a guardare l’impressionante colonna di fumo che si è levata dalla campagna. Che ora sembra una zona spettrale. Un aereo sul quale erano salite 280 persone provenienti da tutto il mondo e dirette in vacanza o a concludere affari di lavoro. Accolti da 15 persone dell’equipaggio, sul boeing erano decollati francesi, americani, belgi, olandesi. Uno di loro, prima di partire aveva fatto uno scherzo dissacrante, forse per scacciare un presentimento. Aveva postato una foto dell’aereo su Facebook, scrivendo: “Se dovesse sparire, questo è il suo aspetto da fuori”. Un ironico riferimento all’aereo della stessa compagnia scomparso l’8 marzo scorso in volo da Kuala Lampur a Pechino, che ora ha il sapore di un tragico presagio.

Sarebbe stato abbattuto ad una altezza di 10 mila metri il Boeing 777 caduto nell’Ucraina dell’est: lo riferisce Interfax citando una fonte dell’aviazione russa.

Renzi: ‘Verifiche autorità italiane’
“Le nostre autorità stanno facendo le loro verifiche, l’intera comunità internazionale segue con enorme apprensione questa dolorosa vicenda”m dice il premier Matteo Renzi, commentando la vicenda.

Poroshenko: ‘Atto terroristico’
“Un atto terroristico”. Così il presidente ucraino Petro Poroshenko ha commentato la tragedia dell’aereo della Malaysia Airlines precipitato in Ucraina vicino al confine russo. In un tweet del suo portavoce Sviatoslav Tsegolko si legge:”Poroshenko sull’aereo abbattuto: non è né un incidente, nè una catastrofe, è un atto terroristico”.

L’aereo precipitato in Ucraina è una “terribile tragedia”, afferma il presidente americano, Barack Obama.

Ue, serve indagine internazionale
L’Alto rappresentate Ue Catherine Ashton si dice “scioccata dalle notizie sulle circostanze per la tragica perdita” dell’aereo della Malaysian Airlines. “Le circostanze devono essere chiarite senza ritardo – afferma – ed un’indagine internazionale deve fare piena luce su questa tragedia”.

I separatisti filorussi hanno riferito di aver già rinvenuto nel luogo dove è caduto il Boeing malese, in una zona verde dell’Ucraina dell’est, decine di corpi, tra cui molti di bambini. Andrei Purghin, primo vicepremier dell’autoproclamata repubblica di Donetsk, ha promesso che le scatole nere, appena verranno ritrovate, saranno consegnate alle autorità russe “per una indagine obiettiva”.

Il servizio aeronautico civile ucraino aveva chiuso lo scorso 8 luglio lo spazio aereo a est del Paese, in seguito ai combattimenti contro i secessionisti filorussi, autorizzando il transito dei velivoli solo sopra i 7900 metri. Il Boeing malese volava a 10 mila metri di quota.

I corpi delle vittime del Boeing malese sono sparsi in un raggio di 4 km, secondo una fonte delle autorità regionali ucraine locali. La zona è presidiata dai secessionisti filorussi, che non lasciano entrare né i soccorritori né gli inquirenti ucraini. Porte aperte invece per una troupe della tv russa Lifenews, che sta trasmettendo in diretta le immagini del disastro, con corpi straziati, rottami ovunque, oggetti personali, passaporti spesso intatti, molti di cittadini olandesi e malesi

Le prime immagini da YouTube

E’ scambio di accuse, per ora solo velate, tra Mosca e Kiev sulle responsabilità dell’abbattimento dell’aereo civile malese nell’Ucraina dell’est, a 10 mila metri di altezza. Una fonte russa autorevole citata da Interfax spiega che un aereo può essere colpito a quell’altezza solo da missili S-300 o Buk. Secondo la stessa fonte, i secessionisti filorussi non dispongono di tali armamenti, mentre “secondo dati di controllo obiettivo, ieri nella zona di Donetsk è stata trasportata una divisione di sistemi anti aerei Buk delle forze militari ucraine e a Kharkov stanno per inviare una divisione della stessa arma”. Dal canto suo, il portavoce del consiglio nazionale ucraino di Difesa Andrei Lisenko afferma che tra i separatisti sarebbero stati avvistati alcuni sistemi missilistici capaci di colpire aerei ad alta quota, tra cui i Buk. Nelle ultime settimane i miliziani hanno abbattuto diversi velivoli ucraini, tra cui Antonov, Ilushin, caccia Sukhoi ed elicotteri Mi.

L’aereo malese precipitato in Ucraina vicino al confine con la Russia sarebbe stato abbattuto da un caccia ucraino, a sua volta poi colpito dalle forze filorusse. E’ la ricostruzione che fa il sito ufficiale della Repubblica di Lugansk, in mano ai separatisti filorussi. “Testimoni-si legge-hanno visto il Boeing 777 attaccato da un caccia ucraino. Il Boeing si è spaccato in due ed è caduto nel territorio della repubblica di Lugansk. Dopo l’attacco il caccia è stato abbattuto ed è caduto sullo stesso territorio”.

L’allarme nel mondo

L’unità di crisi della Farnesina è in contatto con la rete diplomatica consolare per verificare l’eventuale presenza di italiani a bordo del Boeing 777 caduto nell’Ucraina dell’est con a bordo 280 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio. Lo si apprende dalla Farnesina

La Casa Bianca e’ a conoscenza delle informazioni media sull’aereo caduto e sta monitorando la situazione. Lo riporta la stampa americana.

Affondano le compagnie aeree in Borsa dopo la notizia dell’area della Malaysia Airlines caduto in Ucraina. Delta Airlines perde il 3,8%, United Continental il 4,3% e American Airlines il 4,2%. In calo anche le compagnie aree europee. Lufthansa chiude in calo del 2,4%.

Boeing e’ a conoscenza delle informazioni sull’aereo della Malaysia Airlines caduto in Ucraina e sta raccogliendo informazioni. Il velivolo era un Boieng 777.

Il servizio di azione esterna dell’Ue sta seguendo la vicenda dell’aereo della Malaysia Airlines partito da Amsterdam e precipitato in Ucraina, al confine con la Russia. Al momento, tuttavia, non ci sono commenti ufficiali sulla vicenda.

Il presidente americano, Barack Obama, e’ stato aggiornato sull’aereo caduto in Ucraina. Lo afferma la Casa Bianca. Obama ha annunciato ieri un inasprimento delle sanzioni contro la Russia per la crisi Ucraina.

Compagnie aeree corrono ai ripari

La Francia chiede alle compagnie aeree di evitare di sorvolare lo spazio aereo dell’Ucraina: è quanto si legge sul sito internet del quotidiano Le Figaro.

Le rotte lungo le quali si è verificata la tragedia dell’aereo precipitato tra Russia e Ucraina “sono state inibite, quindi non ci passiamo”. E’ quanto fanno sapere da Alitalia, che assicura comunque come non ci fosse nessun velivolo della compagnia italiana in zona quando è successo il fatto.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette