Published On: Mer, Lug 30th, 2014

Aspettative

Share This
Tags

cena estate

di Giorgia Fieni – Il mese di luglio chiude ufficialmente l’anno lavorativo e apre il mese di ferie…quello dove tutto rallenta un po’ e vi è il tempo per godersi le belle giornate, stare all’aperto e liberare la mente, pronti per i tempi che ci aspettano.
Questo vale ovviamente anche per la gastronomia, per cui può essere il momento buono per pensare ai cibi che abbiamo gustato e che vorremmo ritrovare sulla nostra tavola e a quelli che possono benissimo andarsene assieme allo stress e alla fatica. Intanto vi dico i miei.
Il bentornato lo do alla pizza, anzi, le dico “rimani” perché è buona tutto l’anno, sia in versione tradizionale sia super farcita, gourmet o surgelata, al trancio o intera. Penso che dobbiamo invece metterci nell’ordine di idee che fiori, muschi, insetti e licheni possano rientrare a buon diritto nella nostra alimentazione: in che modo e a quale livello decidetelo voi, ma è sicuramente una “terra inesplorata” a cui vale la pena guardare; lo stesso dicasi per il vegan, il km zero, le frattaglie e il crudismo. Nella stagione più fredda, vorrei ritrovare i comfort food: vellutate, crumble e cioccolata in tazza (sdoganandola definitivamente dai cibi eccessivamente calorici ma riscoprendone i gusti Maya: pura e speziata, dunque). Mi piacciono molto anche i dolci ibridi, come i cronut, matrimonio tra croissant e ciambelle…peccato che non escano dagli Usa, anzi, dalla pasticceria di Dominique Ansel.
Darei invece un freno ai cupcakes: perfetti per i buffet e le colazioni di gruppo, non se ne può invece più di vederli offerti come dolce a fine pasto…meglio un semifreddo o una torta, da dividere tutti assieme e gustare seduti comodamente. Lo stesso dicasi per l’ossessione per la pasta madre: un tempo venivi lasciata dalle amiche a metà serata perché dovevano andare a casa e giocare a farmville, oggi perché vanno a rinfrescare il lievito. Personalmente, non amo molto i dolci stracolmi di panna montata: mi sembra di ingurgitare solo aria quando invece potrei ingoiare della morbida crema o del goloso cioccolato, per esempio. L’hamburger mi lascia invece sempre perplessa: adoro che sia naturale, confezionato in casa, ma sinceramente leggendo certe ricette il fast food più vicino mi sembra la soluzione migliore.
E voi, cosa tenete e cosa buttate per la prossima stagione gastronomica?

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette