anatocismo
Oltre 20 anni di battaglie giudiziarie dell’Adusbef  sull’anatocismo bancario,  aggravante dell’usura  e che aveva  ottenuto centinaia di sentenze di Tribunali, Corti di Appello, Cassazione e Corte Costituzionale, producono i loro effetti.

Adusbef ha appena  ricevuto notizia da un esponente del PD che ci ha telefonato, che tale norma  capestro, inserita all’insaputa del ministro dello Sviluppo Economico Federica  Guidi e dei dirigenti  dell’Economia, di chiara paternità di  Bankitalia,  Abi e Bce,  che avrebbe prodotto evidenti lesioni per utenti, Pmi, famiglie, con conseguenti  “danni difficili da quantificare” anche per gli enti locali, quindi  per lo Stato, è stata soppressa con il parere favorevole del governo.

Sconfitta l’arroganza di Bankitalia, Abi e Bce,  che avevano cercato di difendere una norma odiosa, l’aggravante dell’usura bancaria utilizzata per oltre mezzo secolo dai banchieri,  cancellata dalla giurisprudenza di merito,  per continuare a praticare l’illegalità diffusa a danno di garanzie costituzionali e dei diritti collettivi di consumatori, famiglie e Pmi strangolati da alti tassi di interessi, costi eccessivi e  norme capestro confezionate ad uso e consumo dei banchieri.

Elio Lannutti (Adusbef)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: