Published On: Sab, Ago 2nd, 2014

Box in piazzale della Pace, Ghiretti: “Non c’è nulla da gioire nel far chiudere delle imprese”

Share This
Tags

unnamed

In merito alla chiusura dei box in piazzale della Pace non voglio entrare direttamente nelle polemiche tra l’assessore Cristiano Casa e le associazioni di categoria, però non posso non sottolineare il tono assurdo delle dichiarazioni rilasciate dall’Assessore e dal sindaco Pizzarotti. In questo periodo di profonda crisi quando un’impresa è costretta a chiudere mi pare non ci sia nulla di che gioire, tanto meno si può sostenere orgogliosamente di aver risolto un problema. Se questi sono i guasti imputabili alla “vecchia” politica le soluzioni della “nuova” politica mi paiono peggiori. Su Piazza Ghiaia si è sbagliato tanto e si è sbagliato tutti, l’unica cosa che adesso non serviva è che qualcuno arrivasse brandendo la spada del “Ag pensi mi” con l’unico obiettivo di poter scrivere un paio di post trionfali su Facebook. Il comparto Ghiaia è stato penalizzato da scelte politiche poco lungimiranti, oggi la soluzione da ricercare doveva passare da un’ampia condivisione, soprattutto con i boxisti, con l’obiettivo di trovare una nuova sistemazione che non penalizzasse ulteriormente le imprese commerciali. L’epilogo di questa vicenda dimostra ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, l’anaffettività di questa maggioranza, incapace di qualsiasi forma di empatia verso i cittadini che dovrebbe tutelare con un’azione amministrativa che sappia armonizzare decisioni nell’interesse pubblico con la ferma volontà di non penalizzare oltremodo le esigenze dei singoli soggetti. Se non si è capaci di esprimere una politica in grado di rispondere a queste necessità non ci si dovrebbe mai candidare al governo di una città come Parma.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette