Manca personale, a Roma processi a numero chiuso

Saltano dalla legge comunitaria le norme sulla responsabilità civile dei magistrati. La commissione Politiche Ue del Senato ha infatti soppresso dal testo, approdato oggi in Aula per la discussione generale, l’articolo introdotto alla Camera da un emendamento della Lega su cui il governo era stato battuto.

Nel testo approdato in Aula manca l’articolo 30, introdotto a Montecitorio con un emendamento di Gianluca Pini (Lega), passato per sette voti di scarto a scrutinio segreto. L’articolo, soppresso dalla commissione per le Politiche Ue del Senato, prevedeva che “chi ha subito un danno ingiusto per effetto di un comportamento, di un atto o di un provvedimento giudiziario posto in essere dal magistrato in violazione manifesta del diritto o con dolo o colpa grave nell’esercizio delle sue finzioni ovvero per diniego di giustizia può agire contro lo Stato e contro il soggetto riconosciuto colpevole per ottenere il risarcimento dei danni patrimoniali e anche di quelli non patrimoniali che dertivino da privazione della liberta’ personale”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: