Published On: Mer, Ott 29th, 2014

Cosa mangiamo? E dove?

Share This
Tags

Ogni tanto mi piace pormi con voi queste due domande. Sono le più semplici che riguardano il mondo della gastronomia ma le più significative per capire in quale direzione esso si stia muovendo.

Un cosa e un dove potrebbero trovare riposta in: le creazioni degli chef ai live cooking. Sempre più spesso infatti i professionisti del settore si mostrano all’opera, e non solo nelle fiere o nei convegni, ma anche nei loro ristoranti

Un’altra risposta è: in aereo. La Turkish Airlines nel 2013 ha vinto il premio per il “miglior business class catering”, mettendo a disposizione dei viaggiatori menu d’alta cucina e design nella tavola, ma anche ricette e bevande nutrizionalmente bilanciate e rispettose delle culture alimentari internazionali.

Alle enoteche aperte. Per degustare il meglio della produzione italiana direttamente in loco, con i consigli e i segreti dei produttori. E, a questo proposito, vi segnalo WinEx, il museo del vino di Firenze che invece mette in mostra la storia di uno dei pilastri della nostra cultura gastronomica.

A Londra, dove si sta sperimentando il “dessert sonico”. Cioccolata e toffee servite ai clienti assieme a un telefonino: dovevano premere il tasto 1 per intensificare il sapore dolce e 2 per quello amaro; una volta scelto, partiva una selezione musicale con brani appositamente studiati per soddisfare la richiesta. Ma non solo: pare che il whisky sia più intenso se associato al rumore del fuoco che arde e il pesce più fresco con lo sciabordio delle onde in sottofondo.

Al distributore automatico. Farmer’s Fridge propone insalate biologiche che arrivano fresche ogni giorno dai produttori a km zero. Per ora solo a Chicago, in comodi barattoli di vetro riciclabili e con gusti diversi: l’Antiossidante (fragole, more, formaggio di capra, mandorle, semi di lino, vegetali misti), la Detox (finocchi, cavolo nero, quinoa, germogli, ananas, mirtilli) e la Cheater (con uovo e tacchino affumicato), ma si stanno studiando nuove soluzioni, comprensive anche di ingredienti che vengono dal mondo vegan.

Pare dunque che le scelte del futuro saranno sempre più alla ricerca di qualità e di trasparenza. Il che non può che renderci orgogliosi e spingerci a continuare in questa direzione.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette