080. 1975 Tabelloni Milano Parlamento vol 21 p 28

Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 18.00, all’Enolibreria Chourmo di via Imbriani 56, il Centro studi movimenti presenterà il libro di William Gambetta “I muri del lungo ’68. Manifesti e comunicazione politica in Italia”, edito qualche mese fa da Derive Approdi. Uno studio ampio, accurato e multidisciplinare su uno dei principali strumenti della comunicazione politica del dopoguerra che, tra la metà degli anni Sessanta e i primi Ottanta, ha conosciuto una vera e propria rinascita, sia nel linguaggio grafico che nelle forme d’informazione e agitazione. Con l’onda lunga del ’68 italiano, nel vivo di quelle mobilitazioni, la grafica politica si rinnovò su più livelli e sulla base di molti nuovi stimoli: dalla creatività giovanile agli impulsi che provenivano da altri paesi, dai manifesti del Maggio parigino a quelli latinoamericani, dai disegni underground statunitensi ai grandi cartelloni della Cina maoista. Sperimentazioni grafiche che si intrecciarono a cliché più consueti, recuperati dall’iconografia del movimento operaio. Con il continuo confronto tra i manifesti italiani e quelli stranieri, e tra manifesti di diversi partiti e movimenti, Gambetta mostra come il linguaggio della rivolta abbia influenzato l’immaginario politico e le sue rappresentazioni iconiche. Tutto ciò fino ai primissimi anni Ottanta, quando con il declinare dei movimenti e il ritorno della politica nei luoghi istituzionali, il ruolo del manifesto politico declinò e la pervasività della televisione lo rese progressivamente marginale o, per lo meno, ne cambiò profondamente la funzione. Dialoga con l’autore Marco Adorni del Centro studi movimenti. L’incontro è co-organizzato da Associazione culturale Materia Off e Enolibreria Chourmo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: