Published On: Sab, Nov 29th, 2014

Il comunicato di Roberto Ghiretti sul caso del teatro Regio

regioupi

C’è francamente da augurarsi che le notizie pubblicate nella serata di ieri dalla stampa locale, che riprende una fonte giornalistica del quotidiano La Nuova Venezia, siano del tutto infondate.

Lo scenario secondo il quale il Sindaco di Parma avrebbe personalmente cercato di manipolare le scelte della commissione tecnica chiamata a valu
tare i curricula del prossimo direttore generale del Teatro Regio è di quelli che farebbero rabbrividire anche il più sfegatato fan di questa amministrazione. È però da troppo tempo che si susseguono voci e denunce sull’operato di quella selezione ed è da troppi mesi che le richieste di accesso agli atti, compresa quella presentata dal sottoscritto, rimangono inevase perché non ci siano motivi di sospetto.

Che sul Teatro Regio il sindaco Pizzarotti e l’assessore Ferraris stiano conducendo da tempo una partita tutt’altro che trasparente appare abbastanza evidente. A cominciare dalle sibilline dimissioni dell’amministratore esecutivo Carlo Fontana, il quale parlò apertamente di divergenze con il Comune, salvo poi attaccare pubblicamente l’opposizione in Consiglio accusandola di fare troppa politica sul Regio. Tra i compiti dell’opposizione c’è invece proprio quello di vigilare sull’operato della maggioranza, cosa che a giudicare da quanto raccontato dal sovrintendente del teatro La Fenice di Venezia Cristiano Chiarot, presidente della commissione di esperti, risulta quanto mai utile e doverosa. A questo punto servirà qualcosa di più di una smentita di circostanza da parte del Sindaco. Servirà un atto di umiltà da parte dell’amministrazione che renda totalmente trasparente quanto sta accadendo all’interno del Teatro Regio, un atto che faccia chiarezza e che restituisca un clima di serenità a quello che è uno dei beni più preziosi della nostra comunità. È vero che l’assessore Ferraris ha partecipato alle sedute della commissione aprendo personalmente le buste contenenti i curricula? È vero che il Sindaco avrebbe minacciato di tagliare di un milione di euro i fondi al Regio se non fosse stata selezionata una persona a lui gradita? Queste sono solo le prime due domande di una lunga serie a cui non solo io ma l’intera opposizione in consiglio comunale attende risposte chiare, argomentate e circostanziate, non a mezzo stampa ma magari nel corso di un consiglio comunale espressamente dedicato al tema da tenersi con una certa urgenza, visto e considerato che gennaio 2015 si avvicina a gran velocità e il Teatro Regio rischia di rimanere privo di quella dirigenza necessaria a programmare le attività per il prossimo anno.

Roberto Ghiretti

Parma Unita

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette