Published On: Mar, Nov 25th, 2014

Non rinviato a giudizio il poliziotto che uccise il 18enne di colore a Ferguson: scoppia la protesta in America

Oakland protest over Ferguson Grand Jury decision

Altissima tensione e scontri negli Stati Uniti dopo che il Gran giurì ha deciso che nel caso di Darren Wilson, il poliziotto che il 9 agosto scorso sparo’ e uccise il diciottenne nero Mike Brown a Ferguson, nel Missouri, non ci sono prove sufficienti per il rinvio a giudizio. Una decisione che si rincorreva da giorni, soprattutto dopo che il governatore dello Stato, Jay Nixon, aveva dichiarato lo stato di emergenza e allertato la Guardia nazionale, ma che ha comunque colto di sorpresa la comunita’ di 21mila abitanti, di cui i due terzi afroamericana. “E’ stata fatta un’indagine completa”, ha detto il pubblico ministero Robert McCulloch nell’annunciare la scelta fatta dai 12 giurati.

Obama invita alla moderazione “Il nostro Paese e’ bastato sullo Stato di diritto e dobbiamo accettare il fatto che questa e’ stata una decisione del Gran giuri'”, ha detto il presidente americano Barack Obama, intervenuto a sorpresa in diretta tv, esortando ancora una volta i manifestanti a protestare pacificamente e invitando la polizia a “mostrare moderazione”. “Non ci sono scuse per la violenza. I progressi non si fanno lanciando bottiglie”, ha proseguito il presidente. Obama ha pero’ sottolineato come quella di Ferguson sia “una questione che riguarda tutta l’America, una questione reale”. “C’e’ una profonda sfiducia tra la polizia e la comunita’ afroamericana”. “E questa – ha spiegato il presidente americano – e’ l’eredita’ di una lunga storia di discriminazione nel nostro Paese. E’ necessario riconoscere come la situazione di Ferguson parla all’intero Paese e mostra le piu’ ampie sfide che noi ancora affrontiamo come nazione”.

Intanto il ministro della Giustizia, Eric Holder, ha annunciato che “il dipartimento va avanti con la propria inchiesta sull’uccisione di Brown e sulle accuse alla polizia

La rabbia in piazza  La decisione del Gran giuri’ ha scatenato la protesta a Ferguson,dove una dozzina di edifici sono stati dati alle fiamme, macchine della poilizia distrutte, uditi anche spari. No-fly zone sulla contea del Missouri. Scontri anche nella principali citta’ americane. Da New York, a Seattle, Los Angeles, Chicago, Cleveland, Oklahoma City, Oakland e Pittsburg. A Saint Louis un poliziotto è stato ferito a colpi di pistola. A Times Square, New York, arrestato un dimostrante.

(fonta Ansa)

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette