Published On: Mar, Nov 4th, 2014

Parma ha celebrato il 4 Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

1

Sono trascorsi 96 anni dalla fine della prima guerra mondiale e oggi Parma e l’Italia hanno festeggiato il 4 Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. La cerimonia ha preso avvio in piazza del Duomo dove il vice prefetto vicario reggente Michele Formiglio ed il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri in rappresentanza del Comando Militare Esercito Regione Emilia Romagna, Massimo Zuccher, hanno passato in rassegna i reparti schierati e dove è avvenuto l’alzabandiera. Sono stati intonati l’inno nazionale e quello europeo. Erano presenti le massime autorità civili, militari e religiose, per il Comune di Parma il sindaco Federico Pizzarotti, l’assessore al commercio, attività, produttive turismo e sicurezza Cristiano Casa ed il comandante del corpo di polizia municipale Gaetano Noè.

Durante la cerimonia è stata data lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, in riferimento alle Forze Armate, ha parlato delle “nuove sfide a cui sono chiamate per operare nel settore della sicurezza e delle difesa, nell’ambito di una più ampia riforma della Pubblica Amministrazione”. E’ seguito il messaggio del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Il sindaco, Federico Pizzarotti, ha tenuto l’orazione ufficiale (testo integrale allegato) in cui ha fatto riferimento ai valori delle Forze Armate a alla recente alluvione del torrente Baganza in cui “Parma si è rivelata una comunità forte e coesa, non si è persa d’animo nell’emergenza e Forze Armate e cittadini si sono impegnati sullo stesso fronte”. “Sono orgoglioso di voi – ha rimarcato il primo cittadino -, riferendosi alle Forze Armate, grazie al vostro prezioso aiuto è stato possibile ritornare alla normalità”. E ‘seguito l’intervento del comandante provinciale dei Carabinieri, Massimo Zuccher, che ha ricordato come “nel  centenario dell’avvio della I Guerra Mondiale non siano venuti meno i valori di coloro che hanno sacrificato il bene supremo della vita in nome della Patria e del senso del dovere”.

Sono stati resi gli onori militari al gonfaloni del Comune di Parma, Provincia di Parma e dei Comuni di Albareto, Fornovo, Salsomaggiore, Colorno, Fontevivo, Soragna, Sorbolo e Varsi, rappresentati dai rispettivi amministratori.

Si è formato, poi, il corteo per la deposizione delle corone d’alloro al Monumento ai Caduti in via Cavour, al Monumento al Partigiano in piazza della Pace ed a quello alla Vittoria in viale Toschi.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette