abe

Il premier giapponese Shinzo Abe ha vinto la scommessa sullo scioglimento anticipato della Camera Bassa, assicurandosi una maggioranza forse più solida: secondo gli exit poll della tv pubblica Nhk, i suoi Liberaldemocratici si sarebbero assicurati tra i 275 e i 306 seggi e l’alleato New Komeito tra i 31 e i 36 seggi, sui 475 in palio.

I primi dati confermano quindi le previsioni della vigilia sul referendum vinto a pieni voti dal premier sulla sua ‘Abenomics’, la ricetta economica per battere la deflazione e rilanciare l’economia: la solida alleanza tra Liberaldemocratici e New Komeito, che nella scorsa legislatura aveva 326 seggi su 480, riconferma il controllo della Camera Bassa e dovrebbe anche centrare e rafforzare la maggioranza rafforzata dei due terzi, soglia che permetterebbe il varo delle modifiche costituzionali. La forchetta degli exit poll oscilla tra il combinato di 306 e 342 seggi, quando con i due terzi sono attualmente 317 su 475. Quanto alle opposizioni, i Democratici (DpJ) sono accreditati di 61-87 seggi, contro i 59 attenuti a dicembre del 2012. Il voto di protesta – tra nucleare, Abenomics e rialzo della tassa sui consumi – premierebbe il Partito Comunista che passerebbe da 8 ai possibili 18-24 seggi.

fonte Ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: