Published On: Mer, Feb 25th, 2015

Casino Italia, casino Parma

Share This
Tags

parma

di MARCELLO VALENTINO – Come si fa a non prendere spunto dal caos infernale che regna sovrano in questo paese? Da dove vogliamo cominciare? Da un presidente del consiglio e dalla sua banda che hanno in testa una confusione inenarrabile e a tutto si pensa all’infuori che al bene comune? Basterebbe una sola piccola cosa per dare un po’ di fumo negli occhi agli italiani, che i politici si dimezzassero lo stipendio per dare un minimo di buon esempio, e invece si pensa a come tagliare quello degli operai e quello dei poveri pensionati. Per non parlare a proposito, poi, proprio delle pensioni d’oro su cui è come sparare sulla croce rossa: intoccabili, per non citare quella categoria a cui appartengono i giudici, le massime autorità in fatto di giustizia, che qui in Italia è meglio chiamarla ingiustizia, con giudici a dir poco grotteschi, la corruzione che dilaga e delinquere è all’ordine del giorno. Tra furti, rapine, omicidi, truffe e raggiri, gli unici ad essere puniti e vessati sono i cittadini onesti che non ne possono più. Si attende da un momento all’altro che il sistema imploda.

E veniamo a Parma, qui da noi, nella nostra città, con esempi lampanti di malagiustizia, cominciando dalla Parmalat, uno dei più clamorosi fatti a livello mondiale di ruberia, dove sono tutti quelli che sono stati coinvolti, in primis le banche, artefici insieme ai politici di uno scandalo coperto con tonnellate di macerie a discapito dei piccoli risparmiatori? E i colpevoli? Roba da ridere. Poi altri, un po’ più piccoli, vedi le due banche di Parma, cassa di risparmio e banca monte parma, non mi stancherò mai di ripeterlo: dove sono finiti i 400milioni e passa di buco di quest’ultima, che peraltro non è mai stato accertato con esattezza? Con zero responsabili, dico zero. Chi sa dov’erano i dirigenti, gli amministratori e il presidente di questa banca? Si può anche pensare che fossero conniventi, ma né la magistratura, né la finanza hanno fatto alcunché di indagini, né le faranno mai, insomma, fare un buco è del tutto normale in Italia. Vedi l’altro astronomico buco del comune di Parma ben 800 milioni di euro, zero colpevoli, dormi, giustizia, dormi.

E arriviamo all’ultimo tragicomico scandalo del Parma calcio, con un presidente ufficiale, Tommaso Ghirardi, e uno onorario, Alberto Guareschi, guarda caso ex-presidente Banca Monte Parma ai tempi dello scandalo-buco di 400milioni di euro di cui sopra. Presidente, ma cosa vuol dire presidente? Che devono presiedere e cioè fare che cosa? Punto di domanda insoluto. Nel Parma calcio altro buco da 200milioni di euro, che sarebbero ben 400miliardi delle vecchie lire, ma come si fa a fare 400miliardi di debiti e nessuna banca ti dice niente? Che garanzie sono state date? C’è da pensar male? Adesso, dopo un balletto di passa padroni, in cui non ci si capisce più un cazzo, dov’è la magistratura? Dove sono le istituzioni? Il nuovo procuratore, questa volta sì, ha prontamente chiesto il fallimento del Parma calcio o come si chiama, se non altro non ha fatto come il vecchio  procuratore ai tempi di Parmalat, era troppo intento a viaggiare. Ma tanto ne avrete la nausea di queste notizie e forse anche qui non si caverà un ragno dal buco…o forse finalmente verranno a galla le malefatte di questi individui senza scrupoli che pagando con soldi altrui, questo e quell’altro la fanno sempre franca. Ma chi di dovere, dorme sempre sonni tranquilli? O comincia a soffrire un po’ di insonnia? Ma vedrete…finirà tutto a tarallucci e vino, con mala pace dell’onestà e della giustizia.

In Italia, la stragrande maggioranza dei cittadini onesti vive male, molto male, ma i giudici giudicano certamente peggio.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette