Published On: Mar, Feb 10th, 2015

Dall’Enpa un vademecum per aiutare gli animali nella stagione fredda

Share This
Tags

RTXV9OK-kQXD-U10401827761385mKF-700x394@LaStampa.it

Il maltempo e il gelo che in questi giorni imperversano in diverse regioni del nostro paese mettono a dura prova anche gli animali. Non soltanto quelli che possono contare su una famiglia che si occupa di loro, ma anche e soprattutto i selvatici e i randagi, che devono fare i conti sia con il gelo sia con l’incremento del fabbisogno calorico giornaliero, tipico dei mesi invernali. I più colpiti sono gli uccelli che non riescono a soddisfare appieno il proprio fabbisogno di cibo. A questo riguardo Enpa ha stilatoonline sul suo sito un vademecum per aiutare gli animali a superare la stagione fredda.

«Innanzitutto – avverte Enpa – è opportuno tenere gli animali dentro casa o in luogo caldo e riparato dopo le passeggiate quotidiane, e considerare che soprattutto i cani a pelo raso possono necessitare di un cappottino; fare attenzione se sono più abbattuti del solito, se la loro temperatura corporea è più alta o più bassa del normale o se starnutiscono frequentemente o se si nota qualunque variazione del comportamento; se il cane dovesse bagnarsi è essenziale asciugarne con cura tutto il corpo, specie orecchie e zampe; prestare attenzione alla permanenza su neve e ghiaccio, perché la neve e le basse temperature possono causare principi di assideramento; attenzione anche agli sbalzi di temperatura che possono causare malanni».

«Per la cura degli animali selvatici – aggiunge l’Enpa – si consiglia di lasciare nel giardino, sul balcone o in un luogo riparato dai predatori oltre a qualche «leccornia» anche due ciotoline d’acqua tiepida e pulita: una per bere, l’altra (meglio se di terracotta) per consentire agli uccellini di fare il bagno». «Questo -rileva l’associazione animalista- permette loro di mantenere il piumaggio in ordine e, quindi, di avere una ulteriore protezione contro il freddo. Se possibile, installare sul terrazzo o nel giardino piccole mangiatoie per uccelli per garantire loro un luogo sicuro dove trovare cibo in abbondanza. Naturalmente, le mangiatoie devono essere posizionate in luoghi al riparo dai predatori».

 

Una casetta per uccelli può essere utile come riparo dal vento, dalla neve e dal gelo. Ma anche per passare la notte in tutta tranquillità. Va sistemata in un luogo sicuro, riparato dai predatori, dagli agenti atmosferici e dal traffico. Tra gli alimenti più indicati ci sono: le arachidi non salate, i semi di girasole e di zucca, le piccole granaglie, il miglio, i fiocchi di cereali, le croste di formaggio tagliate a cubetti. È possibile usare, specie per gli insettivori, anche il cibo per cani e gatti, la frutta fresca e la frutta secca. Da evitare invece i prodotti da forno (pane, dolci, ecc). Il cibo deve essere il più simile possibile a quello che gli uccelli troverebbero in natura; in commercio esistono anche dei cibi per mangiatoia sotto forma di palle da appendere.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette