183527362-4950ee64-e3df-403e-acd8-b2873a7dae5f

Romeo era un cucciolo di labrador biondo di 9 mesi, era della Scuola nazionale cani guida per ciechi di Scandicci e, “da grande”, avrebbe dovuto assistere persone non vedenti.  Romeo però ieri è morto dopo aver ingerito, probabilmente, un boccone avvelenato in un giardino adiacente al cimitero dell’Antella. Il labrador era infatti in affidamento, come spiegato dalla Regione Toscana, proprietaria della Scuola, a una famiglia fiorentina. Un anno in cui i cuccioli crescono con adulti e bambini per aumentare socializzazione e educazione.

Come raccontato dall’affidatario poco dopo aver lasciato il giardino il cane ha iniziato a stare male ed è stato portato dal veterinario, a Bagno a Ripoli. Il dottore che lo ha visitato ha riscontrato i sintomi tipici dell’avvelenamento anche se la certezza della causa della morte potrà arrivare nei prossimi giorni dall’esito dell’autopsia, condotta dall’Istituto zooprofilattico sperimentale dove l’animale è stato poi portato. Dopo l’anno con la famiglia Romeo sarebbe tornato a Scuola per l’addestramento e per essere preparato ad assistere persone non vedenti.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: