Published On: Mar, Mar 24th, 2015

Assessore Casa: “Dalla Guarnieri meno demagogia”

Share This
Tags

guarnieri89big

I 36 mila euro per l’evento dei maghi in città derivano dall’imposta di soggiorno. Dello stesso capitolo di spesa la gara internazionale della Mille Miglia: “Un ritorno economico importante senza spendere i soldi dei parmigiani”

Presa di posizione dell’Assessore allo Sviluppo Economico Cristiano Casa, in risposta alle affermazioni della consigliera Guarnieri:

“I 36 mila euro per l’evento dei maghi in città, seguitissimo e apprezzato sia dai piccoli che dai grandi, che sabato e domenica hanno letteralmente affollato il centro e il Paganini, derivano dall’imposta di soggiorno, un capitolo di spesa totalmente altro rispetto a quello dei servizi: i parmigiani non hanno speso un solo euro, ma Parma ne ha comunque tratto un importante beneficio e un ritorno d’immagine. Senza l’imposta di soggiorno, a cui la Guarnieri si oppose con sterili polemiche, oggi non avremmo nemmeno l’opportunità di ospitare la Mille Miglia, una gara internazionale che porterà un considerevole indotto economico e turistico per la città (le camere degli hotel e diversi ristoranti sono in gran parte già tutti prenotati). Con l’imposta di soggiorno abbiamo anche finanziato il padiglione di promozione turistica di Parma in Expo all’interno di CIBUSèITALIA, che sarà visitato da milioni di persone provenienti da tutto il mondo. Anche in questo caso il ritorno d’immagine e il prestigio internazionale sono assicurati. Ma potrei continuare, dicendo che grazie al ritorno economico dell’imposta di soggiorno abbiamo sviluppato un Piano di Marketing Territoriale e di Promozione Turistica per Parma e per tutto il territorio provinciale, condiviso con gli operatori privati e con i Comuni della Provincia di Parma. Infine, con lo stesso capitolo di spesa, stiamo investendo risorse, tra l’altro, per attività di promozione e web marketing, abbiamo costituito e promosso il club di prodotto Parma nel Cuore del Gusto (circa 200 operatori coinvolti) e sono in previsione altri eventi, come Ingrediente Parma e lo spettacolo delle Frecce Tricolori. Come promesso in consiglio comunale ed agli operatori privati, l’imposta di soggiorno è totalmente destinata ad attività legate allo sviluppo turistico. Di questo vado molto orgoglioso perché Parma è sicuramente un esempio a livello nazionale, visto che in molti altri comuni gli introiti vengono usati per altre spese non necessariamente legate al turismo. Perciò dalla consigliera Guarnieri mi aspetto meno demagogia e meno strumentalizzazione della vicenda.
Proprio oggi i sindaci della provincia hanno manifestato la loro preoccupazione e rabbia causate dai tagli ai trasferimenti statali, minacciando di abbandonare l’Anci nel caso in cui il governo dovesse continuare a drenare risorse dai Comuni. La consigliera farebbe bene a considerare questo grave aspetto politico, piuttosto che scagliarsi sui  36 mila euro derivanti dall’imposta di soggiorno”.    

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette