Published On: Mer, Mar 25th, 2015

Miguel ed el merendero

Share This
Tags

miguel-son-mi-2

di MARCELLO VALENTINO – Immaginatevi di essere in una ricca ed opulenta città, dove il grasso cola da tutte le parti che basta poco per potersene approfittare, questa era Parma un po’ di anni fa e forse lo è ancora adesso, anche se ridotta dopo tanti scandali ad una città totalmente diversa da come era trent’anni fa. Oggi Parma è attraversata da un liquido viscido che è entrato dappertutto, questo liquido si chiama corruzione, dal palazzo cosiddetto “della giustizia” ai vertici delle banche, ai politici, ecc. se volessimo fare l’elenco dei condannati a vario titolo avremmo da riempire pagine e pagine di nomi, ma anche di non-nomi che non sono mai stati intaccati perché troppo potenti. Ora, di fronte a questa situazione dovremmo chiederci cosa è cambiato? Ve lo dico io cos’è cambiato, signori miei: non è cambiato nulla, solo le facce, per il resto è tutto rimasto uguale. C’è la massoneria che la fa da padrone come sempre, le banche che si riciclano ingoiando gli scandali e i debiti, la giustizia che continua a giudicare o a non giudicare e a giustificarsi. La politica che agli inizi vorrebbe bruciare tutto, ma che poi da fuoco si traforma in acqua e poi piano piano in vino, bevendone talmente tanto da ubriacarsi di potere, poi più nulla. La città riprende a vivere come al solito, il grasso ricomincia scorrere nei vicoli, nelle strade, invade le piazze, si sparge e unge tutto e tutti e ognuno continua ad attingere la sua parte e tutto ricomincia da capo con nuovi mariuoli, più furbi e molto più voraci di quelli che hanno sostituito.

Renzi ne è un esempio lampante, dal di dentro bisogna agire per spodestare quelli che c’erano prima. E’ un progetto molto bene articolato, sorretto da un’architettura molto complessa, che richiede un grande impegno, una strategia ed un’intelligenza non comune, ma se riesci a mettere insieme uomini e mezzi, tutti d’accordo a perseguire lo stesso scopo e le stesse ambizioni, si riesce nell’intento. L’intelligenza, abbinata all’astuzia, ma soprattutto alla furbizia, fa si che tu sia l’uomo che interessa agli interressati, banchieri famelici che, essendosi già impossessati degli stati, devono poter contare su qualcuno che apparentemente continui a governare “per loro” col favore dei popoli. Il cancro deve continuare a colpire e ad uccidere la ribellione, che per la verità in giro ce n’è ben poca, e quella poca è bella grassa.

Vedi Grillo che affoga nel grasso da averne anche per il più magro Casaleggio, questo è solo uno degli esempi più semplici di chi voleva rivoluzionare tutto. L’esempio più lampante lo si ritrova a Parma: un sindaco che mangia ed apprezza prosciutto ed anolini, culatello e lambrusco e vorrebbe tanto farli conoscere anche ai giapponesi, per non dire al mondo intero. Ma, sindaco, ti rendi conto di che città amministri? Ma ti piace così tanto fare il sindaco? E davvero vorresti continuare a farlo? Ma cos’è che comandi, te la sei mai fatta questa domanda? “Avanti popolo alla riscossa…”, nessuno aveva capito questa barzelletta e ancora adesso pochi, ma molto pochi, l’hanno capita, e tu? Maledetto dubbio, rimani lì. E cosa fai lì? Non avrai mica in testa un sombrero? Ho capito sei Miguel… No, Miguel son mi. No, tu sei el merendero. 

L’è li, l’è là, l’è là che l’aspettava,

l’è li, l’è là, l’è là che l’aspettava.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette