Published On: Mer, Mar 11th, 2015

Parmigiani… Parmigiani…

Share This
Tags

Alberto_Sordi_I_vitelloni_bis

di MARCELLO VALENTINO – Non mi stancherò mai di ripetermi e di ripetervi che tutti quelli che fanno politica la fanno solo per la poltrona, la maggior parte di questi signori nella vita non sa fare nulla, ma proprio nulla, ma scoprono sin da piccoli che raccontar palle alla gente può essere il loro mestiere per fare un cazzo dalla mattina alla sera e prendere anche un ottimo stipendio oltre che rubacchiare un po’. A Parma, dopo le mirabolanti performance del Movimento 5 Stelle e le elezioni  a sindaco di Pizzarotta, si sperava che Grillo piombasse a Parma e scaravoltasse la città come un calzino, facendo vedere a tutti i sorci verdi, avrebbe avuto terreno fertile da tutte le parti, dalla procura al tribunale, dalle banche alla finanza, di scandali qui se ne sono collezionati a iosa, non ci sarebbe stato che l’imbarazzo della scelta, dal debito pubblico astronomico allo scandaloso buco di Banca Monte Parma e invece, dopo l’insediamento degli indemoniati 5 Stelle in Comune tutto è stato come prima, proprio come prima, uguale uguale, ma proprio uguale uguale uguale.

La settimana scorsa in Comune si è trovato l’accordo su STT e la sua montagna di debiti con le banche, erano tutti lì in Comune, Sindaco in testa, tutto preso a giocherellare col suo smartphone e a guardarsi in giro un po’ incuriosito con la faccia di chi si continuava a fare la stessa domanda: “Ma cosa ci faccio io qua, ma sono proprio io che sto facendo queste cose qua? Mi sto mettendo d’accordo con le banche, proprio con le banche? Le famigerate banche nemiche di Beppe, il capopopolo 5 Stelle? Roba da non credere. Fare un accordo con le odiate nemiche di Beppe…”.”Oh Pizzarotta ma cosa stai facendo? Ma noi non dovevamo essere quelli che dovevano fare un mazzo tanto alle banche? Non eravamo quelli del signoraggio?” “Quelli di cosa? Signoraggio? Ma cos’è?”. Beppe, Beppe ma vi rendete conto di quanto siete stati e siete ridicoli agli occhi della gente che vi ha votato credendo alle vostre fandonie? Praticamente il tuo eletto numero uno a Parma fa accordi con le banche per il debito pubblico che se lo ingroppano alla grande e tu Beppe manco una parola dici? O Beppe, Beppe ma dove sei? In Vacanza? Per me siete diventati una ciurma di pagliacci e di fronte alle banche siete stati solo capaci di mettervi col sedere all’insù. Va beh, caro Beppe, sei così preso anche tu con i casini dei tuoi spettacoli saltati ovunque per i troppi vaffaday che ti hanno mandato i tuoi ex elettori, tant’è che chissà andando di questo passo alle prossime elezioni se ci sarete più. Ma qui a Parma avete superato ogni limite con questo accordo pazzesco. A proposito, questi accordi si possono visionare o sono top secret? Mi piacerebbe molto visionarli e magari farli anche periziare da qualche esperto, questi nuovi mutui o quel che sono, per vedere a che tassi di interesse sono stati stipulati e se per caso non sono già in partenza usurari, quelli in passato di sicuro, basterebbe solo analizzarli, come ad esempio quelli dell’ex Spip ormai fallita per trovarvi mille magagne. Avvocato Allegri, lei che è sempre così solerte, perché non va a mettere un po’ il naso in questi accordi che dovrebbero essere pubblici e tutti i cittadini dovrebbero poter prenderne visione? Lei cosa ne dice? Non le sembra il caso di ficcarci un po’ il naso, vedrà che ne scoprirà di cosine poco chiare, o no? E comunque vadano o sono andate le cose si tratta di soldi dei contribuenti, quindi soldi di tutti ,“pubblici” che come al solito sono quelli che ce li mettono e rimettono. Debito pubblico, soldi pubblici, accordi privati tra amministrazioni e banche di cui non si ha diritto a sapere nulla? C’è da rimanere di stucco e l’opposizione? Tutti d’accordo quando si tratta di banche? Dall’Olio ci sei, Ghiretti cosa stai facendo? Ho un sonno stamattina, ah, dimenticavo devo anche passare in banca per la rata del mutuo….Parmigiani….Parmigiani…

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette