Soccer: Serie A; Parma-Palermo

Nella 32a giornata di Serie A, il Parma batte 1-0 al Tardini il Palermo e rimanda l’appuntamento ormai inevitabile con la retrocessione in Serie B. Partono forte i padroni di casa che colpiscono una traversa con Coda (21′) e sbloccano la gara grazie a un rigore di Nocerino un minuto dopo. I rosanero si svegliano nel finale e sfiorano il pari con Laazar e Chochev. Nella ripresa occasioni per Ghezzal, Belotti, Jorquera e Belfodil.

LA PARTITA

Sebbene manchi solo l’artimetica per sancire una retrocessione inevitabile, il Parma non molla di un centimetro e continua ad onorare al massimo questo campionato nonostante le note vicissitudini societarie. Donadoni sceglie Jorquera a centrocampo, mentre in attacco Belfodil si accomoda in panchina e il tandem è quello composto da Ghezzal e Coda. Il Palermo ha la salvezza già in tasca e Iachini dà spazio a chi ha giocato meno, come il portiere Ujkani, al debutto in campionato, e il duo di centrocampo Maresca-Bolzoni, che sostituiscono Rigoni e lo squalificato Jajalo.

Dopo il pareggio nel lunch match dell’Atalanta, un’eventuale sconfitta sancirebbe la retrocessione in Serie B dei ducali, che però scendono in campo con il coltello tra i denti e nella prima mezzora sono loro a fare la partita e a cercare la via del gol. Al 21′ Codaprende in pieno una clamorosa traversa con una gran botta da fuori area e un minuto dopo passa in vantaggio: sgambetto di Rispoli a Gobbi, sul dischetto va Nocerino che batte Ujkani. La squadra di Iachini, che nei primi tempi ha costruito la propria fortuna andando in gol 22 volte, per oltre mezzora non tira in porta e si sveglia solo nel finale. Al 36′ il tiro a botta sicura di Chochev viene respinto da Mendes, poi Mirante dice no a Laazar. Tre minuti dopo ancora il bulgaro ha l’occasione di pareggiare, ma si divora un gol fatto a tu per tu con Mirante: salva sulla linea Feddal. Sugli sviluppo di un angolo tocca a Vazquezfar venire i brividi a Mirante, con una botta al volo che sfiora il palo.

Dopo 10′ della ripresa Iachini si gioca la carta Belotti, per una squadra più offensiva ma sono i padroni di casa a rendersi più pericolosi. Un cross di Ghezzal deviato rischia di beffare Ujkani, poi Belotti spaventa Mirante. Il sostituto di Sorrentino si supera suJorquera e poi dice no a Belfodil. Lo stesso algerino a pochi minuti dal 90′ sfiora il raddoppio con un diagonale che si spegne a lato di un soffio.

Al triplice fischio di Di Bello, il Tardini festeggia la terza vittoria di fila in casa dopo quelle con Juventus e Udinese e rende onore ai ragazzi di Donadoni, che giocano come se la salvezza fosse ancora a portata di mano. Male il Palermo, che gioca come sa solo per un quarto d’ora (quello finale del primo tempo) e non riesce a sfatare il tabù Tardini, dove non ha mai vinto nei nove precedenti nella massima serie. Se Dybala si prende una pausa, l’attacco è spuntato e, visto che l’argentino saluterà tutti a fine stagione, Zamparini ha più di un qualche grattacapo.

LE PAGELLE

Mirante 7 – Provvidenziale su Laazar nel primo tempo e Belotti nella ripresa. Una saracinesca.
Nocerino 6,5 – Corre e lotta e ha il merito di essere freddo sul rigore procurato da Gobbi.
Belfodil 6,5 – Donadoni lo esclude un po’ a sorpresa e quando entra sfiora il raddoppio in un paio di occasioni.

Vazquez 6,5 – In avanti è il più in palla dei suoi. Qualche bell’assist e un tiro che si spegne a fil di palo.
Dybala 5 – Una delle delusioni di giornata: non si accende mai e gioca una delle peggiori gare del suo campionato. Sotto gli occhi di Mancini.
Rispoli 5 – Spinge poco sulla fascia e ha la colpa capitale di stendere Gobbi in area.

IL TABELLINO

PARMA-PALERMO 1-0
Parma (3-5-2)
: Mirante 7; Mendes 6,5 (27′ st Lila 6), Costa 6, Feddal 6; Varela 5,5 (18′ st Cassani 6), Mauri 6, Jorquera 6,5, Nocerino 6,5, Gobbi 6,5; Ghezzal 5,5, Coda 6 (10′ st Belfodil 6,5). A disp.: Iacobucci, Bajza, Lucarelli, Palladino, Lodi, Santacroce, Mariga, Broh, Esposito. All.: Donadoni 6,5
Palermo (3-5-2): Ujkani 6,5; Vitiello 5,5, Gonzalez 6, Andelkovic 6; Rispoli 5 (25′ st Quaison 6,5), Bolzoni 5 (11′ st Belotti 6), Maresca 5,5, Chochev 5,5, Lazaar 6,5; Vazquez 6,5 (40′ st Bentivegna sv), Dybala 5. A disp.: Sorrentino, Milanovic, Joao Silva, Makienok, Della Rocca, Terzi, Ortiz, Rigoni, Daprelà. All.: Iachini 5,5
Arbitro: Di Bello
Marcatori: 22′ rig. Nocerino
Ammoniti: Costa, Feddal, Gobbi, Lila (Par)
Espulsi: nessuno

fonte sportmediaset

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: