Benzina: Figisc,da oggi sciopero, riequilibrare prezzi

Diesel stabile a 1,571 euro al litro. Unione consumatori: stangata per gli automobilisti

Ondata di rialzi per la benzina, con la media dei prezzi in modalità servito che vola a 1,764 euro al litro. Stando alla rilevazione di Staffetta Quotidiana, tra sabato e oggi si registrano variazioni dei prezzi consigliati della benzina per Esso (+1 cent), Ip (+0,5 cent) e TotalErg (+2 cent). Le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito calcolate dalla Staffetta vedono quindi la benzina a 1,764 euro (+0,4 cent) e il diesel a 1,571 euro (invariato).

Unione consumatori, da benzina stangata automobilisti – I prezzi della benzina e del gasolio per mezzi di trasporto sono aumentati a maggio, in un solo mese, rispettivamente del 2,4% e del 2,3%. Lo sottolinea l’Unione nazionale consumatori commentando i dati Istat sull’inflazione. ”Dopo quattro mesi consecutivi di deflazione, i prezzi tornano a salire. Purtroppo non accade per una ripresa della domanda e dei consumi”, afferma il segretario Massimiliano Dona, aggiungendo che, in particolare per i carburanti, c’è ”una vera e propria stangata per gli automobilisti italiani, considerato che si sta avvicinando il periodo delle vacanze”. Analizzando i dati dell’inflazione per città, quella più cara si conferma Bolzano, che registra il maggior aumento dei prezzi (+0,7%), con un aggravio di spesa, per una famiglia da 3 componenti, di 322 euro su base annua. Seguono, come città più care, Milano (+200 euro) e Aosta (+139 euro). La palma del risparmio, invece, spetta a Bologna, dove l’abbassamento dei prezzi dello 0,7% consente ad una famiglia di 3 persone di risparmiare 267 euro su base annua.
fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: