C_29_articolo_1068022_upiImgPrincipaleOriz

La busta non conteneva una vera e propria offerta ed è stata considerata non valida

Sembrava essere il punto di svolta di un anno tragico, invece tutto è sfumato all’improvviso e la retrocessione nei dilettanti, a questo punto, torna a essere un incubo più che possibile. Spieghiamo: nel giorno dell’ultima asta per l’acquisto del Parma è effettivamente stata depositata nelle mani dei curatori fallimentari una busta. Una volta aperta, però, si è scoperto che si trattava solamente di una manifestazione di interesse vincolata.

IL COMUNICATO DEL PARMA

I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto, comunicano che alle ore 12.00 di oggi 9 giugno 2015 risulta presentata al notaio Giulio Almansi, designato dal Giudice Delegato a sovrintendere alle operazioni di vendita competitiva dell’azienda sportiva del Parma FC, un’offerta in plico sigillato.

Nel pomeriggio di oggi i curatori e il notaio procederanno all’apertura del plico per verificarne il contenuto e la conformità al Disciplinare di Gara appositamente predisposto per la vendita dell’azienda sportiva, per poi riferire al Comitato dei creditori e al Giudice Delegato sull’esito della procedura di vendita.

La busta era a firma di due società: la Viris Spa (ambito immobiliare) e la Unigasket Spa (settore PTFE Paste Extrusion). L’ultima parola, a questo punto, spetta al giudice delegato, Pietro Rogato, e al Comutato dei creditori che dovranno valutare appunto la manifestazione di interesse e le altre comunicazioni prodotte dai possibili acquirenti e depositate ai curatori.

Il tutto è stato reso noto con questo comunicato: “Solo una manifestazione di interesse nella busta consegnata al notaio. I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto, ed il notaio Giulio Almansi, designato dal Giudice Delegato a sovrintendere alle operazioni di vendita competitiva, comunicano che la busta pervenuta entro le ore 12.00 di oggi non contiene alcuna offerta d’acquisto dell’azienda sportiva del Parma FC. La comunicazione pervenuta consiste in una manifestazione d’interesse non conforme a quanto previsto dal Disciplinare di Gara e non corredata da cauzione, a firma delle società VIRIS S.p.A. e Unigasket S.p.A. Tale manifestazione d’interesse, unitamente alle altre comunicazioni ricevute dai curatori nella mattinata odierna, saranno sottoposte all’attenzione del Comitato dei Creditori e del Giudice Delegato nella giornata di domani, affinché vengano prese le opportune determinazioni.”.

fonte sportmediaset

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: