A

di MARCELLO VALENTINO – L’Europa sta giocando con la Grecia, come il gatto fa con il topo dopo averlo catturato, senza rendersi conto che da un momento all’altro il topo si può trasformare in drago e bruciare l’euro e l’europa.

L’arroganza dell’Europa vittima della dittatura dei banchieri è in bilico tra quello che fanno e il volere dei propri popoli, calpestando i diritti della democrazia più elementari.

Questi diritti, in Grecia, possono portarla alla ribellione, che sarebbe la cosa migliore per milioni di cittadini europei, per smettere di sottostare alla dittatura delle banche che questi governi fantocci tengono in piedi; perché loro stessi, complici di questa immane truffa, che quotidianamente si perpetua ai danni di tutti i cittadini europei, il tutto per pagare ai banchieri usurai degli enormi interessi.

Gli stati che non sono più stati sovrani si sono venduti la loro sovranità, la dignità e l’indipendenza da chicchessia, ma in questo caso si chiamano banche e multinazionali, che lucrano sulle spalle di ogni cittadino inerme con il benestare dei politici corrotti.

Ipotesi, facciamo un referendum in Italia ed il quesito è questo: volete voi italiani uno stato sovrano con una banca d’Italia indipendente che stampa carta-moneta e che finanzi tutti a tassi onesti come quelli che la Bce oggi pratica solo alle banche?

Volete voi italiani mettere tutti i banchieri e politici corrotti in galera e nazionalizzare tutte le banche, ladre e assassine, che praticano da una vita usura e anatocismo su tutti i cittadini, rivendendo il danaro che la Bce dà loro allo 0,05% a tassi da strozzo?

La Grecia e i greci tutto questo lo hanno capito e sta trattando aspramente  per la sua capitolazione a caro prezzo, cosa che non dovrebbe fare, perché non si può rendere il proprio popolo schiavo dei banchieri, affamandolo e distruggendogli la dignità.

Noi siamo governati da banditi senza scrupoli, che non vedono l’ora di mangiarci anche l’ultimo centesimo e lasciarci stremati e morenti.

E’ per questo che i nostri nonni hanno combattuto? E’ per questo che i nostri padri hanno dato la vita? O per la libertà e l’indipendenza, per darci quella dignità di uomini e donne liberi? E’ questo quello che la nostra classe politica fa per noi? O ci hanno ridotto sull’orlo di un baratro svendendoci ad una banda di ladri disposti a farci morire di fame dopo averci ridotto in miseria?

E’ questo che voi italiani volete?

E’ questo quello che vogliamo?

Questo è quello che i banchieri famelici temono, temono una Grecia islandizzata, dove i banchieri sono stati tutti sbattuti in galera e le banche nazionalizzate. Informatevi cosa fa oggi l’Islanda e se è ridotta come la Grecia o come siamo ridotti noi.

E perché nessun politico italiano parla di queste cose agli italiani? Perché tutti si fanno mettere il cappello in testa dalla Bce o come la volete chiamare, che è solo l’arma dei banchieri per schiavizzare i popoli e per tenerli tutti sotto colpo di stato?

E la liberta, la legalità, la democrazia, dove sono? Si sono ridotte solo a misere parole.

Avanti popolo alla riscossa, ma non è la bandiera rossa che ci darà la libertà, solo la nostra sovranità, quella popolare, che è unica e appartiene a tutti i popoli.

E’ ora di riprendersela.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: