Continuano, anzi si intensificano, i controlli della Polizia Municipale sul commercio itinerante, allo scopo di garantire  il corretto uso di questa forma di attività senza penalizzare i commercianti che svolgono il loro lavoro con altre modalità.
abusivi_0

Nell’ambito dell’attività di controllo del commercio su area pubblica, sono state accertate dalla Municipale, nel corso dell’ultimo mese, circa 30 violazioni per irregolarità varie inerenti le modalità di vendita che hanno dato origine ai provvedimenti di sospensione dell’autorizzazione.

Inoltre sono state accertate anche altre violazioni inerenti il codice della strada che hanno comportato il fermo amministrativo di un veicolo utilizzato per la vendita.

Si tratta in quest’ultimo caso di un provvedimento di efficacia immediata, che produce effetti  ben più concreti rispetto alle normali sanzioni.

Infatti, in occasione dei  quotidiani controlli contro le forme di commercio itinerante compiuto in modo non conforme ai regolamenti  vigenti,  gli genti della Polizia Municipale, nella giornata di martedì  28 luglio, hanno fermato un autocarro adibito al trasporto di frutta, già sanzionato diverse volte senza che fosse possibile ottenere la sospensione immediata dell’attività.
A bordo dell’autocarro, oltre al conducente titolare di autorizzazione per il commercio su suolo pubblico in forma itinerante, era presente un famigliare non riconducibile alla attività della ditta.
Proprio grazie a questa contestazione, gli agenti hanno proceduto a sanzionare il conducente (un trentenne di origine napoletana) ai sensi del Codice della Strada per la diversa destinazione d’uso dell’autocarro rispetto a quella prevista dalla carta di Circolazione, applicando contestualmente il fermo amministrativo del veicolo e il ritiro della  carta di circolazione, con effetto immediato.


Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: