laterlite-stabilimento-rubbiano

Si è tenuto venerdì 11 settembre a Fornovo, un convegno organizzato dal Comitato Rubbiano per la Vita, sul tema incenerimento e danni sanitari, arricchito dalla preziosa presenza di due luminari del settore, la Dr.ssa Patrizia Gentilini (oncologo ISDE) e il Prof. Valerio Gennaro (epidemiologo istituto di ricerca sul cancro di Genova).

Il comitato ha iniziato la serata ripercorrendo gli avvenimenti svoltisi negli ultimi anni.

E’ stato ricordato il convegno organizzato in aprile 2012 durante il quale il Dr. Raccanelli  presentò le analisi effettuate su un pollo di Rubbiano e su un campione di latte materno di una primipara di Fornovo che evidenziarono valori di diossine oltre i limiti consentiti dalla legge. (http://www.comitatorubbiano.it/site/2012/06/13/co-inceneritore-laterlite-spa-fornovo-13-aprile-2012-3-di-5/ <http://www.comitatorubbiano.it/site/2012/06/13/co-inceneritore-laterlite-spa-fornovo-13-aprile-2012-3-di-5/> )
Simili valori avrebbero dovuto dare corso, come stabilito anche dalle Direttive Europee, ad indagini ed approfondimenti ulteriori, mai avvenuti.

Si sono sottolineati i dati più importanti emersi durante il successivo Convegno organizzato in data primo dicembre 2014 dall’Osservatorio Ambientale  dove vennero presentati i risultati dei lavori svolti da Arpa, ASL e Università di Parma (http://www.comitatorubbiano.it/site/2014/12/04/convegno-rubbiano-1-dicembre-2014/ <http://www.comitatorubbiano.it/site/2014/12/04/convegno-rubbiano-1-dicembre-2014/> )
A differenza dei tecnici delle istituzioni che presentarono le loro conclusioni senza rilevare dati preoccupanti o suscettibili di urgenti approfondimenti ,gli esperti esterni chiamati a dare il loro contributo evidenziarono: lo sforamento dei  livelli di PM10 (confermando che la maggior produttrice di PM10 è Laterlite) e  gli elevati valori di mutagenicità riscontrati, sottolineando che esisteva un problema, che la salute degli abitanti del territorio era a rischio e che qualcuno doveva  intervenire per ripristinare la situazione legale.

Il Prof. Valerio Gennaro parlò d’emergenza sanitaria e quello che era stato definito come lieve eccesso  dall’Asl di Parma venne chiaramente esplicitato in un oltre il 30% di mortalitá generale in più rispetto alla media regionale (dato in aumento rispetto al quinquennio precedente 1998-2002).

Gli esperti intervenuti al convegno suggerirono diverse azioni da mettere in atto con urgenza, realizzabili mediante l’attivazione dei sindaci e praticamente a costo zero.
Inoltre venne dichiarato possibile procedere ad una caratterizzazione degli inquinanti per ogni attività produttiva presente sul territorio arrivando così a capire qual’è e dov’è il problema.

I Sindaci dei quattro comuni coinvolti, Sig. Lorenzo Bonazzi (comune di Solignano,  Sig.ra Emanuela Grenti (comune di Fornovo), Sig. Riccardo Ghidini (comune di Medesano) e Sig. Luigi Bassi (ora in carica Giuseppe Restiani) (comune di Varano de’ Melegari) coerentemente con quanto emerso …, si adoperano nella stesura di un comunicato ad 8 mani il cui contenuto venne ben sintetizzato dal principale quotidiano locale con il titolo:

LATERLITE, I SINDACI ASSICURANO: NESSUN PROBLEMA PER L’AMBIENTE”.

Dopo il Convegno del 01/12/14, come da richiesta delle istituzioni, gli esperti inviarono  i loro suggerimenti per iscritto ma, ancora oggi a distanza di 9 mesi, continua il silenzio delle Istituzioni.

Così come anche il Comitato pur facendo parte dell’Osservatorio Ambientale, organismo istituito a suo tempo proprio con lo scopo di condividere le informazioni, le competenze e  rappresentare gli interessi di tutti gli attori in campo, non è più stato coinvolto.

Durante la serata del 11/09/15, come specificato nell’invito rivolto ai Sindaci, il Comitato avrebbe colto anche l’occasione per consegnare loro la petizione nella quale i cittadini del territorio (450 firme raccolte) chiedono che siano attivate  tutte le azioni suggerite dagli esperti partecipanti al Convegno del 01/12/14.

I Sindaci non serano presenti.

La serata si è arricchita anche dei preziosi interventi della Dr.ssa Patrizia Gentilini e del Prof. Valerio Gennaro.
La Dr.ssa Gentilini  ha relazionato su quelle che sono le correlazioni tra i vari inquinanti e la salute umana e ha chiarito che per le sostanze classificate come cancerogene, per esempio  il benzoapirene o la diossina (sostanze riscontrate nelle analisi effettuate da Arpa) non esiste una dose al di sotto della quale queste non siano pericolose. (https://www.youtube.com/watch?v=3OoBctTJn54 <https://www.youtube.com/watch?v=3OoBctTJn54> ).
I limiti di legge, essendo calcolati su individui adulti in buono stato di salute, non tutelano soprattutto i bambini e le donne in gravidanza.
L’effetto dell’inquinamento sulla salute umana non è legato solo a patologie tumorali, ma incide anche su tante altre patologie.
Questi inquinanti si liberano dai processi di combustione e vengono immessi nell’ambiente accumulandosi,  si depositano sul terreno, penetrano nei bacini idrici ed entrano negli ecosistemi e noi che siamo all’apice della catena alimentare e viviamo più a lungo degli animali ne accumuliamo in maggior quantità .
E’  importante quindi che questi inquinanti siano cercati dove sono, come nel caso del pollo analizzato.
Per quanto riguarda la diossina, l’Unione Europea ha stabilito un limite massimo di assunzione giornaliera di 2 picogrammi per kg di peso corporeo, il picogrammo è un miliardesimo di un milligrammo.
Negli Stati Uniti il limite massimo è fissato a 0,7 picogrammi.
Il grammo di diossina immesso nell’ambiente dallo stabilimento Laterlite di Rubbiano dal 2007 al 2014 corrisponde alla dose massima annua per 20 milioni di persone secondo i parametri europei e per 50 milioni di persone secondo quelli americani.
Gli esperti ammoniscono: “Dobbiamo smetterla di produrre queste sostanze, le generazioni future non ce lo perdoneranno …”

Durante la serata è stata presentata anche l’indagine epidemiologica svolta dall’Arpa di Vercelli relativamente all’impatto ambientale dell’inceneritore locale.
Le evidenze sono alquanto funeste, lo studio eseguito sulle persone coinvolte dalle emissioni inquinanti, per un periodo di residenza di almeno 10 anni, (in 15 anni di attività dell’impianto dal 1997 al 2012). ha evidenziato gravissimi aumenti tra cui: un’eccesso di mortalità generale pari al 16%, un’eccesso di mortalità per tumori pari al 63%, un’eccesso di disturbi psichici pari al 150%, un’eccesso di malattie degenerative del SNC pari al 61%, un’eccesso di ipertensione pari al 193%, un’eccesso di infarto pari al 95%, un’eccesso di cirrosi e malattie epatiche pari al 529%, un’eccesso di malattie respiratorie pari al 56% …. (https://www.youtube.com/watch?v=3OoBctTJn54 <https://www.youtube.com/watch?v=3OoBctTJn54> ) (https://www.facebook.com/COMITATORUBBIANOPERLAVITA/posts/1048466098505735?fref=nf&pnref=story <https://www.facebook.com/COMITATORUBBIANOPERLAVITA/posts/1048466098505735?fref=nf&pnref=story> )

Il Prof. Valerio Gennaro ha commentato positivamente la tipologia di lavoro svolta dall’Arpa di Vercelli e ha ribadito che è possibile  con i dati  già esistenti verificare lo stato di salute della popolazione e i relativi nessi con l’esposizione agli inquinanti.

A fine serata il Comitato ha ringraziato la Dr.ssa Gentilini e il Prof. Gennaro per il loro prezioso contributo e la dedizione  che mettono in campo, gratuitamente, per il bene comune.

La stessa dedizione sarebbe auspicabile ravvisarla in coloro che, per il ruolo rivestito,  sono i primi responsabili della salute dei loro cittadini.

Il Comitato informa che, non essendo stato possibile durante la serata consegnare le petizioni ai Sindaci, le stesse sono state depositate c/o l’ufficio protocollo di ogni comune e, come previsto dai regolamenti comunali, i Sindaci dovranno porle all’attenzione del Consiglio Comunale e dare un riscontro al Comitato entro il 15/10/15.

Il Comitato Rubbiano per la Vita inoltre, come già reso noto nella serata del 11/09/15, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica.

Comitato Rubbiano per la Vita

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: