Newsletter Parma 10 ott 15-2

PARMA:UN ARRESTO PER RESISTENZA A P.U.

Ieri pomeriggio una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile, a seguito di una richiesta pervenuta al 112, è intervenuta in via Dei Mille per quella che inizialmente sembrava una lite tra automobilisti.

I militari, appena arrivati sul posto, hanno individuato un uomo, di origini asiatiche, che senza alcuna motivazione aveva aggredito con un bastone di grosse dimensioni una ragazza alla guida della sua autovettura. L’ira dell’uomo, in apparente stato di alterazione, si era sfogata sulla macchina mentre la giovane, per difendersi, si era rinchiusa nella sua autovettura.

Nonostante la presenza della pattuglia l’aggressore tentava di raggiungere la giovane, con l’evidente intento di colpirla, venendo bloccato dall’equipaggio prima di riuscire nel suo intento. Vistosi fermato decideva di rivolgere le sue “attenzioni” ai militari nel tentativo di scappare alla cattura.

Durante il concitato intervento il cittadino cinese, di 47 anni, dopo essere stato disarmato ed immobilizzato continuava ad ingiuriare sia la giovane che i militari, proseguendo poi con tale comportamento anche negli uffici di via delle Fonderie.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per danneggiamento aggravato di autovettura, ingiuria, minaccia, oltraggio a Pubblico Ufficiale e possesso ingiustificato di armi o di oggetti atti ad offendere e trattenuto presso le camere di sicurezza di Strada della Fonderie in attesa del processo durante il quale, nella giornata odierna, è stato condannato a 10 mesi di reclusione per “Resistenza a P.U.” mentre gli altri reati seguiranno autonomo iter processuale.

PARMA: DETENUTO AI DOMICILIARI DI NUOVO IN CARCERE.

I Carabinieri della Stazione di Pama Oltretorrente nel pomeriggio di ieri in esecuzione ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa Tribunale di Sorveglianza di Reggio Emilia hanno arrestato e riaccompagnavano presso il carcere di Parma un 23enne residente a Traversetolo.

Il predetto gravato da vari pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e stupefacenti, era agli arresti domiciliari presso una comunità di recupero ubicata in città poiché condannato dal Tribunale Parma per una rapina a mano armata, con coltello, a commessa nel marzo 2014 in danno di una farmacia di Felino (PR). Il giovane durante la permanenza presso la comunità ha più volte violato le norme comportamentali con atteggiamenti violenti nei confronti degli educatori dopo aver assunto ripetutamente sostanze stupefacenti.

 

 

SANSECONDO PARMENSE: RAPINA UNA FARMACIADEL CENTRO.ARRESTATO DAI CARABINIERI DELLA LOCALE STAZIONE. 

Ieri mattina i Carabinieri della Stazione di San Secondo Parmense, al termine di speditive ed approfondite indagini, hanno arrestato un incensurato, 46-enne, originario del Cremonese, con l’accusa di rapina aggravata ai danni di una farmacia del centro.

Erano da poco trascorse le ore 12 quando alcuni cittadini hanno avvisato i Carabinieri della locale Stazione della commessione di una rapina da parte di un individuo, a volto scoperto ed armato di un coltello a serramanico, che si era fatto consegnare circa € 500,00 contenuti nella cassa.

Il tempestivo intervento dei militari, supportato dalle precise indicazioni dei cittadini che avevano assistito alla fuga, ha permesso di raggiungere e bloccare, in brevissimo tempo, il soggetto.

Nel corso della perquisizione è stato trovato e sequestrato il coltello utilizzato per la rapina e tutto il “bottino” asportato. La preziosa collaborazione tra Carabinieri e cittadini è stata, ancora una volta, la base per il successo investigativo per l’immediata risoluzione del caso dimostrando, in modo tangibile, l’efficacia di un sistema in cui le parti sane della società lavorano insieme per garantire la sicurezza comune.

L’arrestato, che ha “giustificato” il suo gesto per esigenze economiche, è stato accompagnato nel carcere di Parma a disposizione dell’A.G.

 

BORGOTARO:CAMBIO AL COMANDO DELLA COMPAGNIA CARABINIERI

Da mercoledì 7 ottobre il Cap. Agostino Gentile ha assunto il comando della Compagnia Carabinieri di Borgotaro succedendo al Magg. Giuseppe Marletta, che ha guidato i militari della zona appenninica parmense per 7 anni.

Il Capitano Gentile, 50enne di Ostuni, laureato in scienze delle pubbliche amministrazioni, si è arruolato nel 1985 frequentando la scuola sottufficiali dell’Arma. Al termine del periodo di formazione ha svolto diversi incarichi operativi in territoriale in Sicilia per poi specializzarsi nel NAS prestando servizio a Genova e Bari.

Nel 2000 è nominato Sottotenente e viene assegnato al comando della Tenenza di Misterbianco (CT) fino al 2007 per assumere poi il comando del Nucleo Radiomobile di Catania, provincia dove ritorna a comandare la sezione Investigazioni Scientifiche nel 2013, dopo tre anni al comando della Compagnia CC. Banca d’Italia di Piacenza.

Articolo Precedente

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: