croppedimage701426-carabinieri-gazzella-31

PARMA: UN ARRESTO PER RAPINA, TRUFFA ED EVASIONE. 

I Carabinieri di Parma hanno arrestato un 37enne, originario del pavese ma di fatto senza fissa dimora, in esecuzione ordine di carcerazione emesso tra Tribunale di Trento per una condanna ad una pena definitiva di un anno, 11 mesi e 25 giorni di reclusione.

L’uomo, rintracciato a Parma dai militari del Nucleo Investigativo a seguito di un controllo, è responsabile dei reati di rapina, commessa nel 2004 a Modena in un esercizio commerciale, di una truffa, per aver incassato nel 2013 i soldi di un vendita on-line di un i-phone senza aver mai spedito il telefono all’acquirente, e di evasione dagli arresti domiciliari commessa nel 2011.

L’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Parma a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

PARMA: ACCOLTELLA IL COLLEGA DI LAVORO. ARRESTATO 

I Carabinieri della Stazione di San Pancrazio, unitamente a quelli del Nucleo Radiomobile, hanno arrestato un cittadino egiziano di 24 anni per aver accoltellato, durante una lite, un collega di lavoro.

Alle ore 13.00 circa di ieri un dipendente del macello pubblico di strada dei Mercati ha contatto il 112 segnalando una lite tra due persone ed il ferimento di uno di questi con un’arma da taglio.

La pattuglia del nucleo radiomobile ed i militari della Stazione di San Pancrazio, giunti dopo pochi minuti sul posto, hanno accertato che due stranieri, al termine dell’orario di lavoro, si erano recati nello spogliatoio annesso al macello dove avevano iniziato a litigare a causa di una discussione avuta nella mattinata.

Il confronto, molto animato, è degenerato quando uno dei due è passato dalle parole ai fatti impugnando un coltello del macello con cui ha poi ferito alla spalla sinistra il collega di lavoro.

Il ferito è stato trasportato presso il pronto soccorso di Parma mentre autore del ferimento è stato arrestato ed accompagnato presso le camere di sicurezza di strada delle Fonderie in attesa del processo per direttissima che verrà celebrato nella mattinata di oggi.

TRAVERSETOLO:INTERTERCETTATA E RECUPERATA AUTO RUBATA CON A BORDO REFURTIVA ED ARNESI DA SCASSO. 

Nella serata di ieri un residente di Felino ha segnalato al 112 un’autovettura sospetta con 4 persone verosimilmente in procinto di consumare un furto. Gli stessi accortisi di non essere passati inosservati si sono allontanati velocemente con una Fiat Punto, di colore grigio scuro, a forte velocità.

Le precise indicazioni fornite dalla segnalazione giunta alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Salsomaggiore Terme, comprensive anche del numero di targa, hanno permesso hai militari di organizzare con tutte pattuglie presenti sul territorio una serie di posti di controllo ed accertamenti per rintracciare l’auto sulle possibili direzioni di fuga.

Il dispositivo, ampliato con le ricerche delle centrali operative di Parma e Fidenza, ha permesso ad una pattuglia della Stazione di Traversetolo di intercettare il mezzo, asportato in Quattro Castella (RE) il 28 settembre 2015, in prossimità del pase. I militari hanno quindi inseguito l’auto mentre fuggiva in direzione di Parma fino alla località Piazza di Montechiarugolo quando i malviventi, non riuscendo a seminare la pattuglia, hanno sfruttato il vantaggio residuo per abbandonare l’auto e dileguarsi nella campagna circostante.

Le successive ricerche, condotte con altre pattuglie giunte sul posto e con l’ausilio di una volante della Polizia, non hanno permesso di rintracciare i fuggitivi mentre i Carabinieri, a seguito di perquisizione dell’auto, hanno rinvenuto alcuni oggetti asportati a Felino nel pomeriggio di ieri da due abitazioni ed arnesi da effrazione (un tronchese, un’ascia, una tenaglia e vari cacciaviti).

Il mezzo è stato sequestrato per eseguirgli gli accertamenti del caso.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: