Newsletter Parma 4 ott 15-2

PARMA: UN ARRESTO PER STUPEFACENTI E RESISTENZA A P.U.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Pama nella serata di ieri hanno arrestato un nigeriano di 25 anni per detenzione fini spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Una pattuglia, durante un posto di controllo in via Reggio, ha intimato l’alt al conducente di una Nissan Primera che ha tentato di evitarlo fuggendo verso viale Piacenza. Vistosi raggiunto dall’autoradio ha poi abbandonato il mezzo proseguendo a piedi fino a quando non è stato definitivamente raggiunto e bloccato dalla pattuglia. A questo punto il 25enne ha iniziato a colpire i militari tentando, inutilmente, di divincolarsi fino a quando, seppur con fatica, è stato calmato ed accompagnato in caserma. Durante la successiva perquisizione personale è stato trovato in possesso di circa 1000 euro in contanti, in banconote da 25 e 50 euro, mentre la perquisizione della sua auto ha permesso di trovare una busta in plastica contenete 6 involucri termosaldati di cocaina del peso complessivo di gr 6.

Gli accertamenti sul suo conto hanno fatto emergere che lo stesso, gi nello scorso mese di febbraio, era stato arrestato per analogo reato da personale dai Carabinieri del Radiomobile di Parma. In ragione dei precedenti specifici e per la condotta tenuta lo straniero è stato arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza di Strada Delle Fonderie in attesa del processo.

 

PARMA: CONTROLLI IN PIAZZALE DELLA PACE

La Compagnia Carabinieri di Parma ha effettuato una serie di controlli nella zona di piazzale della Pace per contrastare lo spaccio di stupefacenti. L’attivit ha permesso di denunciare quatto giovani, con et compresa tra i 21 e 27, che sono stati trovati in possesso, complessivamente, di 69 grammi di hashish, 9 di cocaina e 7 di marijuana. Sono inoltre stati segnalati al Prefettura quali assuntori altri cinque giovani. Grazie alle unit cinofile dell’Arma, nei medesimi controlli, sono stati rinvenuti ulteriori 58 grammi di hashish e 7 di marijuana occultati nei pressi del monumento.

PARMA:  UNA DENUNCIA PER FURTO

Su segnalazione pervenuta al 112 una pattuglia del Nucleo Radiomobile è intervenuta presso il negozio di abbigliamento COIN di via Mazzini dove il personale addetto alla vigilanza aveva fermato una 68enne di origini siciliane mentre tentava di oltrepassare le casse con della merce non pagata. Il militari giunti sul posto prendevano contatti con detto personale che riferiva aver notato la donna prelevare dagli scaffali due magliette con le quali si recava all’interno del camerino. All’uscita dal camerino non aveva nulla in mano indirizzandosi presso le casse per uscire causando l’attivazione dell’antitaccheggio. La donna fermata affermava che effettivamente aveva sottratto le due magliette del valore di 100 euro. Dopo gli accertamenti del caso la donna è stata denunciata in stato di libert per furto e la refurtiva restituita al negozio.

 

 

LANGHIRANO: UNA DENUNCIA PER RICETTAZIONE

Nel pomeriggio di ieri Carabinieri della Stazione di Langhirano hanno denunciato un 40enne residente in citt per ricettazione. Il militari, a seguito di alcuni furti avvenuti in Casatico di Langhirano la serata del 29 settembre, ad opera di un uomo che si era dileguato a bordo di una Smart, sono riusciti a risalire al proprietario del mezzo per poi rinvenire, presso la sua abitazione, gli oggetti precedentemente asportati su alcune auto in sosta. La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto ed il reo, con precedenti di polizia, deferito alla competente Autorit Giudiziaria .

 

Busseto: scoperta piccola coltivazione di marijuana. 

I Carabinieri della Stazione di Busseto, al termine di approfondite indagini, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Parma due giovani incensurati della zona, rispettivamente di 24 e 27 anni, per attivit di coltivazione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.

I militari erano sulle tracce dei due gi da diversi giorni e, con pazienza e perseveranza, si sono appostati in zona fino ad attendere il momento favorevole per fare irruzione nel giardino di pertinenza dell’abitazione di propriet di uno dei due ove erano state individuate nr. 10 piante di marijuana, dell’altezza media di cm 180 circa, nascoste dietro una rete frangivento di colore verde.

L’irruzione è scattata ieri, nel primo pomeriggio, allorquando è stata accertata la presenza dei due sospettati proprio mentre si adoperavano per la “cura” della piccola coltivazione. Dopo averli bloccati ed identificati è scattata l’immediata perquisizione domiciliare che ha permesso di recuperare tre scatole contenenti nr. 176 semi di marijuana, due confezioni di fertilizzante, due libri illustrativi per la coltivazione di marijuana ed attrezzi comuni da giardinaggio.

Le piante e i materiali sono stati posti sotto sequestro e trasportati alla Stazione di Bussetto in attesa degli accertamenti che saranno disposti dalla Procura della Repubblica di Parma.

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: