arrestato_viterbo

PARMA: ARRESTATO PER ATTI PERSECUTORI ED ESTORSIONE 

Si era proposto come meccanico di fiducia, un parmigiano di 52 anni, pur di riuscire ad avvicinare la donna con cui avrebbe voluto intraprendere una relazione sentimentale. Al termine dei lavori di riparazione dell’auto, visto il rifiuto della 49enne di passare ad un rapporto meno professionale, l’uomo è però passato dalle avances alle minacce.

Lo spasimante ha quindi iniziato a molestare e minacciare la donna con messaggi, telefonate e appostamenti arrivando poi a pretendere 1.400 euro, rispetto ai 2/300 originariamente pattuiti, per i lavori all’auto.

Il culmine degli eventi, che ha poi convinto la vittima a denunciare il suo molestatore, è arrivato quando la stessa è stata costretta a rifugiarsi nella caserma dei Carabinieri di strada delle Fonderie per sottrarsi ad un “pedinamento” del 52enne.

Preso atto del precipitare degli eventi la vittima ha quindi deciso di denunciare il comportamento dell’uomo presso la Stazione Carabinieri di San Pancrazio che, dopo aver informato la Procura di Parma, ha raccolto tutti gli elementi per provare i reati commessi.

Di concerto con l’Autorità Giudiziaria si è cosi accertato (mediante testimoni, messaggi inviati dall’arrestato ed interventi delle Forze dell’Ordine) che la donna ormai viveva in un concreto stato di paura per la propria incolumità che l’aveva portata, nel tempo, a non uscire più di casa se non accompagnata da amici o conoscenti per paura del suo stalker.

Visti gli elementi raccolti il Pubblico Ministero ha così potuto richiedere ed ottenere la misura cautelare degli arresti domiciliari eseguita dai dai Carabinieri di San Pancrazio.

 

PARMA EFIDENZA:CONTROLLI STRAORDINARI PER L’ABUSO DI SOSTANZE ALCOLICHE NELFINE SETTIMANA.

Nella notte tra sabato e domenica i militari delle Compagnie di Parma e Fidenza hanno effettuato una serie di controlli finalizzati alla prevenzione del fenomeno dell’abuso di sostanze alcoliche e di stupefacenti nei rispettivi centri.

Le verifiche hanno consentito, complessivamente, di accertare la presenza al volante di 10 persone in stato di ebrezza alcolica (con valori ricompresi tra i 0,73 g/l e 1,63 g/l) oltre alla denuncia di 2 persone per detenzione ai fini di spaccio e alla segnalazione di 3 assuntori di stupefacenti.

In tutti i casi sono state anche ritirate le rispettive patenti di guida, quale sanzione accessoria, prevista per legge.

In Particolare a Parma sono state segnalate alla Procura 4 persone per guida in stato di ebrezza, due per detenzione di stupefacenti (13 gr. di hashish) di cui una anche per porto di coltello.

A Fidenza durante i controlli sono state trovate 6 persone alla guida dei rispettivi mezzi in stato di alterazione da sostanze alcoliche (5 di queste denunciate anche all’A.G. per aver superato la soglia di 0,80 g/l) mentre altre 3 persone sono state segnalate alla Prefettura di Parma per possesso di modiche quantità di stupefacenti.

I dati dei controlli effettuati dall’Arma nei fine settimana fanno emerge ancora una prepensione troppo elevata tra i conducenti dei veicoli controllati (prevalentemente di età compresa tra 25 ed i 38 anni) nell’ignorare i comportamenti sicuri alla guida (es. individuazione, a turno, di un guidatore designato che rimane sobrio) che permettono di divertirsi senza porre a rischio la propria sicurezza e quella degli altri utenti della strada.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: