Published On: Mer, Ott 21st, 2015

Ritorna la rassegna di Kuminda, il diritto al cibo

Share This
Tags

Kuminda

Dal 22 al 26 ottobre Parma ospiterà nuovamente Kuminda, il festival dedicato al diritto al cibo che giunge alla sua decima edizione. Tanti gli eventi in calendario, dislocati in vari luoghi della città: giovedì 22, venerdì 23 e domenica 25 ottobre il Festival sarà all’Istituto Saveriani in viale San Martino 8, mentre sabato 24 ottobre le attività saranno al Workout Pasubio, ingresso via Catania (traversa di via Palermo).

La rete Cibopertutti, organizzatrice dell’evento, ha costruito in questi anni la propria identità sul sostegno alla sovranità alimentare. Il significato di questo concetto, che può sembrare letteralmente complicato, è in realtà semplice la sovranità alimentare “è il diritto dei popoli ad alimenti nutritivi e culturalmente adeguati, accessibili, prodotti in forma sostenibile ed ecologica, e anche il diritto di poter decidere il proprio sistema alimentare e produttivo”. Si parla quindi di cibo ma la centralità del discorso è in coloro che producono, distribuiscono e consumano. Si vuole cioè “che i diritti di accesso e gestione delle nostre terre, dei nostri territori, della nostra acqua, delle nostre sementi, del nostro bestiame e della biodiversità, siano in mano a chi produce gli alimenti”.

Nel 2015, un anno che è stato molto caratterizzato dai discorsi intorno al cibo, volere parlare di diritto e sovranità alimentare diventa una scelta politica, economica e sociale che implica relazioni locali e globali, dalle persone, ai popoli, ai governi.

Se “Nutrire il pianeta” è oggi al centro del discorso pubblico, Kuminda vuole fare il punto della situazione per passare dallo slogan al confronto. Lo fa con l’omonimo seminario “Nutrire il pianeta. Cosa manca e cosa ci attende. Cosa inserire in agenda e come attivarsi” che si terrà la mattina di sabato 24 ottobre, al Workout Pasubio. Partendo dalla Carta di Milano e dalle sue dichiarazioni di principio, si vuole promuovere un’altra narrazione sul diritto al cibo e sulla sovranità alimentare, radicandoli al centro di un nuovo concetto di cittadinanza. Con relatori e partecipanti, ci si pone quindi la questione: quali modalità attivare per arrivare a questo obiettivo?

Fra i relatori segnaliamo Riccardo Valentini, membro IPCC (Comitato Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici), il team di lavoro che con Al Gore nel 2007 ricevette il premio Nobel per la pace e membro Advisory Board BCFN (Barilla Center for Food & Nutrition). Valentini ci spiegherà la stretta connessione tra i cambiamenti climatici e il diritto al cibo. A seguire, si declinerà il tema in quattro sezioni che costituiranno poi i gruppi di lavoro.

Si parlerà quindi di: Accordi Commerciali Europa Usa (TTIP) con Alberto Zoratti, presidente di Fairwatch e animatore della campagna Stop TTIP Italia; Autodeterminazione dei popoli tra land-grabbing e agricoltura globalizzata con Mattia Prayer Galletti, International Fund for Agricultural Development (IFAD) e Mohamed al Salimiya, CRIC e Land Research Center (Palestina – Cisgiordania), Cooperare fra territori per il diritto al cibo: punti di attenzione e prospettive con

Mauro Cereghini, presidente del Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale di Trento e Zerihun Dessalegn, coordinatore in Etiopia di Parma per gli altri ONG; I migranti, figure ponte fra le economie locali dei due mondi con Eugenio Melandri, fondatore di Chiama l’Africa. Infine, la presentazione di Ludovica Principato, ricercatrice Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) con Il contributo della Fondazione BCFN a Expo 2015.

Venerdì 23 ottobre alle 17.30 nella sala conferenze dell’Istituto Saveriani, si terrà l’incontro Campagne in trasformazione; riflessioni ed esperienze sul vivere la campagna della contemporaneità. Partendo dal numero Il post-Agricolo e l’Antropologia della rivista Antropologia Museale, converseremo con Vincenzo Padiglione (Direttore di Antropologia Museale), Anna Paini (Antropologa, Università di Verona), Enrico Fontana (vice-Presidente del consorzio Libera Terra) e Mauro Van Aken (Antropologo, Università di Milano-Bicocca) delle trasformazioni oggi in atto nelle campagne.

E poi appuntamenti con le scuole, presentazioni di libri, mostre fotografiche e tanto altro ancora su

www.kuminda.org.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette